Altro

Il caldo aiuta (ma non ovunque) i rifugi

Il caldo aiuta (ma non ovunque) i  rifugi
Altro Grande Biella, 27 Luglio 2015 ore 02:19

Un’ estate particolarmente calda sta facendo vivere ai gestori dei rifugi biellesi una stagione favorevole, dopo il clima piovoso dell’anno scorso. Nonostante alcuni si siano fatti scoraggiare da temperature ritenute sin troppo elevate, nel complesso l’affluenza di escursionisti e appassionati della montagna è stata buona.

Monte Barone. Questo fenomeno è confermato dal gestore del rifugio di Coggiola, Davide Gioia, che il 7 giugno ha tenuto la festa di apertura. «È andata bene, c’era molta gente proveniente anche da fuori Biella e dall’estero. Gli stranieri venivano, come il più delle volte, da Germania e Svizzera». Durante il mese di agosto, domenica 23, ci sarà invece la festa del Cai e la messa in cima.

Rivetti. Inizio di stagione molto positivo per il rifugio Rivetti, anche grazie all’ampio programma offerto per i mesi estivi. «La partecipazione agli eventi è stata alta, soprattutto alla “Corsa del Bagher” della scorsa domenica, che ha avuto circa ottanta adesioni, preceduta dalla cena del Bangher di sabato», spiega la famiglia Zoia, che gestisce il rifugio. Ad agosto, invece, grigliata (sabato 1), bagna cauda (sabato 8) e ferragosto.

Coda.  «Dopo la corsa Sordevolo-rifugio Coda di domenica 12 e la festa del rifugio di sabato 18, il prossimo grande evento che coinvolgerà il rifugio sarà a settembre», spiega la responsabile. Si tratta del “Tor des géants”, importante manifestazione sportiva che, partendo dalla Valle d’Aosta toccherà anche il Coda, unico rifugio fuori dal territorio valdostano compreso nel tracciato della competizione. In questo luogo, d’altronde l’affluenza è sempre abbondante e varia, presentando tendenzialmente una maggioranza di avventori stranieri.

Lago della Vecchia. «Sinora una stagione né pessima né eccellente», afferma Valeria Tonella, che gestisce il luogo dal 2006. Tuttavia le attività proposte sono varie. «Sabato c’è stata una proiezione di diapositive sulla fauna locale, che ha riscosso un discreto successo, mentre il weekend appena passato è stato dedicato alla meditazione, con la partecipazione di Bruno Benzoni, un insegnante di yoga con esperienza trentennale».  Il nuovo numero di telefono è 015-8853232.

Piana del Ponte. Durante il prossimo mese è prevista per Ferragosto una grigliata e un falò, e a settembre e ottobre cene a tema.

Mombarone. «Qui, invece, la stagione non sta andando benissimo. La causa sono le temperature troppo elevate», spiegano dalla Pro Loco di Graglia, che gestisce il luogo. Il rifugio è situato a 2312 metri sul livello del mare e offre un superbo panorama sulla Pianura Padana, le Alpi Marittime e l’Appennino. Domenica 2 agosto il luogo sarà meta della gara “Graglia - rifugio Mombarone”.

Capanna Renata. «Il rifugio sta godendo di una buona affluenza di escursionisti, anche se è strettamente legato al destino della cestovia di Oropa», ricorda Chiara Biondi, gestore dal 2010. «Lo scorso weekend la festa con gli alpini ha riscosso grande successo, con circa 650 porzioni di risotto servite. Ci sarà poi una festa a Ferragosto e una ancora da programmare per fine agosto».

Madonna della Neve. Il bilancio della stagione sinora è stato positivo. Tuttavia, il mese di agosto è tutto ancora da organizzare. Presumibilmente ci sarà un evento di beneficenza per il Nepal, colpito da un terremoto il 25 aprile.

Giovanni Penna

Un’ estate particolarmente calda sta facendo vivere ai gestori dei rifugi biellesi una stagione favorevole, dopo il clima piovoso dell’anno scorso. Nonostante alcuni si siano fatti scoraggiare da temperature ritenute sin troppo elevate, nel complesso l’affluenza di escursionisti e appassionati della montagna è stata buona.

Monte Barone. Questo fenomeno è confermato dal gestore del rifugio di Coggiola, Davide Gioia, che il 7 giugno ha tenuto la festa di apertura. «È andata bene, c’era molta gente proveniente anche da fuori Biella e dall’estero. Gli stranieri venivano, come il più delle volte, da Germania e Svizzera». Durante il mese di agosto, domenica 23, ci sarà invece la festa del Cai e la messa in cima.

Rivetti. Inizio di stagione molto positivo per il rifugio Rivetti, anche grazie all’ampio programma offerto per i mesi estivi. «La partecipazione agli eventi è stata alta, soprattutto alla “Corsa del Bagher” della scorsa domenica, che ha avuto circa ottanta adesioni, preceduta dalla cena del Bangher di sabato», spiega la famiglia Zoia, che gestisce il rifugio. Ad agosto, invece, grigliata (sabato 1), bagna cauda (sabato 8) e ferragosto.

Coda.  «Dopo la corsa Sordevolo-rifugio Coda di domenica 12 e la festa del rifugio di sabato 18, il prossimo grande evento che coinvolgerà il rifugio sarà a settembre», spiega la responsabile. Si tratta del “Tor des géants”, importante manifestazione sportiva che, partendo dalla Valle d’Aosta toccherà anche il Coda, unico rifugio fuori dal territorio valdostano compreso nel tracciato della competizione. In questo luogo, d’altronde l’affluenza è sempre abbondante e varia, presentando tendenzialmente una maggioranza di avventori stranieri.

Lago della Vecchia. «Sinora una stagione né pessima né eccellente», afferma Valeria Tonella, che gestisce il luogo dal 2006. Tuttavia le attività proposte sono varie. «Sabato c’è stata una proiezione di diapositive sulla fauna locale, che ha riscosso un discreto successo, mentre il weekend appena passato è stato dedicato alla meditazione, con la partecipazione di Bruno Benzoni, un insegnante di yoga con esperienza trentennale».  Il nuovo numero di telefono è 015-8853232.

Piana del Ponte. Durante il prossimo mese è prevista per Ferragosto una grigliata e un falò, e a settembre e ottobre cene a tema.

Mombarone. «Qui, invece, la stagione non sta andando benissimo. La causa sono le temperature troppo elevate», spiegano dalla Pro Loco di Graglia, che gestisce il luogo. Il rifugio è situato a 2312 metri sul livello del mare e offre un superbo panorama sulla Pianura Padana, le Alpi Marittime e l’Appennino. Domenica 2 agosto il luogo sarà meta della gara “Graglia - rifugio Mombarone”.

Capanna Renata. «Il rifugio sta godendo di una buona affluenza di escursionisti, anche se è strettamente legato al destino della cestovia di Oropa», ricorda Chiara Biondi, gestore dal 2010. «Lo scorso weekend la festa con gli alpini ha riscosso grande successo, con circa 650 porzioni di risotto servite. Ci sarà poi una festa a Ferragosto e una ancora da programmare per fine agosto».

Madonna della Neve. Il bilancio della stagione sinora è stato positivo. Tuttavia, il mese di agosto è tutto ancora da organizzare. Presumibilmente ci sarà un evento di beneficenza per il Nepal, colpito da un terremoto il 25 aprile.

Giovanni Penna

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter