I vip in aiuto di Lilt

I vip in aiuto di Lilt
28 Ottobre 2014 ore 11:08

Si è chiusa venerdì la Maratona in rosa della Lilt, con una serata al Teatro Sociale Villani dove sono stati  inaugurati ufficialmente i festeggiamenti per il ventennale dell’associazione.

Con una serata di gala realizzata grazie alla preziosa collaborazione di Roberto Bologna Event Consul, Cristiano Gatti, Valentina Roberto, “Le Voci delle Radio Biellesi”, con il patrocinio  Comune di Biella e di Confartigianato e l’allestimento a cura di Vilflora. In apertura della serata Mauro Valentini, presidente di Lilt Biella ha raccontato al pubblico intervenuto numeroso i principali traguardi dell’associazione raggiunti in vent’anni di vita: la nascita dell’Hospice “L’Orsa Maggiore”, l’introduzione delle cure palliative domiciliari, le due delegazioni di Ronco Biellese e Mongrando e ancora, il Centro antifumo, l’ambulatorio dermatologico e dieto-oncologico e ora il grande progetto Spazio Lilt, il nuovo Centro oncologico multifunzionale di prevenzione e riabilitazione che verrà aperto nel 2015.

La scelta del mese di ottobre per celebrare l’evento non è casuale, come ha spiegato Mauro Valentini: «In questo mese, si è svolta la campagna internazionale Nastro Rosa, promossa in Italia da Lilt, per sensibilizzare le donne all’importanza della prevenzione al seno. Sono state promosse tante iniziative originali che si sono poste l’obiettivo di raccogliere fondi per finanziare il mammografo 3D di Spazio Lilt».
Dopo gli onori di casa, la serata è proseguita con la partecipazione di numerose personalità del mondo dello sport, della cultura, della radio, della fotografia e della televisione, che hanno condiviso  con il vasto pubblico il loro percorso professionale. Sul palco si sono alternati: per la televisione  storica Peppo Sacchi e Ivana Ramella, per le radio storiche Loredana Favaretto e Rodolfo Cirio, per lo spettacolo storico in ricordo del Ferragosto Andornese, l’organizzatore Efrem Galliera. Si sono poi alternati sul palco, per l’atletica  Elisabetta Perrone, una delle prime testimonial di Lilt Biella, Elena Romagnolo, Nadia Ejjafini, Valeria Roffino e Valentina Costanza, Entrico Pozzo e Stefano Velatta, per l’automobilismo  Alberto Negri, Franco Perazio, Anna Gatti, Fabrizio Ratiglia, Giovanni Bonino, Benito Bertuzzi,  Eleonora Borra, per il calcio  Andrea Zanchetta , per il basket  Giovanni D’Adamo, ad di Pallacanestro Biella, per la fotografia Stefano Ceretti, per l’Architettura  Federico Delrosso, per il canto e la musica  Luciano Angeleri, Valentina Mey e Dario Retegno col suo violino, per la  danza e lo spettacolo Emily e Giuseppe Angelillo (esibizione di sax), Scuola di ballo Team show della scuola di ballo D&G DanceAcademy ssd, società Ginnastica La Marmora, per il cinema Piergiuseppe Zaia, regista, e Bruce Payne, attore inglese che è intervenuto raccontando del suo ultimo film, “Creators”, che sta girando proprio qui a Biella e che ha lanciato un messaggio di solidarietà per la lotta contro il tumore al seno. La regia della serata è stata curata da Piero Sara, Peter Dj e, infine, Corrado Genta, addetto ai computer.

La spettacolo è stato arricchito dalle sfilate di moda anni 70, 80, 90 e 2000 curate da  Cinzia La Rocca, consulente d’immagine con gli abiti messi a disposizione da Desiree Frosini. Gli spettatori, inoltre, sono stati sorpresi da due videomessaggi da parte di Piero Liatti e Maurizio di Maggio che, in questo modo originale, hanno voluto testimoniare la propria sensibilità e vicinanza verso questa causa.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità