I profughi trovano casa

I profughi trovano casa
Altro 01 Marzo 2012 ore 19:41

Era nell’aria, ma resta una buona notizia. I 49 richiedenti asilo africani hanno trovato dove andare a vivere in attesa che una Commissione decida del loro destino. Dalla struttura degli ex salesiani del paese andranno via nei prossimi giorni. Da tempo una rete di solidarietà lavorava per trovare una o più soluzioni abitative. Alla fine è stata trovato un posto per tutti, anche se forse l’ottimale sarebbe stato un luogo unico nel quale la cinquantina di uomini potessero stare insieme, come avvenuto finora a Muzzano; un’esperienza che volontari e operatori giudicano molto positiva. Ora invece questi uomini saranno ospitati da parrocchie, associazioni e privati cittadini che hanno messo a disposizione casa propria o una parte di essa per aiutare queste persone, in gran parte provenienti dal Mali.

 Un vero e proprio “Centro diffuso”, che se da un lato resta una soluzione di ripiego, dall’altro mostra l’ennesima azione di solidarietà di cui una parte dei cittadini biellesi è impegnata da mesi. Sono una circa una dozzina i punti nei quali verrano trasferiti questi uomini. I “richiedenti asilo” sono sotto il Mucrone dallo scorso mese di maggio.

Un piccolo esercito. Sono circa un centinaio invece i volontari impegnati nell’aiuto e nell’assistenza di queste persone, oltre a personale specializzato con diverse competenze e qualifiche. A Muzzano tra le altre cose vengono organizzati corsi d’italiano. Diverse le associazioni che operano in valle Elvo, oltre a molte persone che senza etichette o appartenenze si sono presentate per dare una mano. Il Consorzio “Filo da tessere” fa da collante per l’intera attività di assistenza sotto l’egida della Protezione civile, cui partecipano le cooperative “Maria Cecilia”, “Tantintenti” e “Apertamente”. Ci sono poi i volontari di “San Vincenzo” e di  “Caritas”.
I luoghi. Parrocchia di Quaregna e di Valle Mosso, comunità dei Padri di San Filippo Neri a Biella, ostello del Piazzo a Biella, abitazioni private a Mosso, Biella, Cossato, Valdengo, Graglia, Candelo, Camandona, Sandigliano e Borriana.