Altro

I 30mila di “Candelo in fiore”

I 30mila di “Candelo in fiore”
Altro Grande Biella, 17 Maggio 2016 ore 13:15

CANDELO - La 15ª edizione di “Candelo in fiore 2016” è stata un’edizione record, confermandosi uno degli appuntamenti turistici più rilevanti del Nord Italia. Sono stati ben 30.494 i biglietti emessi, contro i 22.000 del 2014. Dati record anche per la comunicazione: la copertura settimanale della pagina Facebook Ricetto di Candelo durante l’evento ha contato 150.000 persone, la pagina specifica dell’evento “Candelo in Fiore 2016” 466.000 persone. Persone raggiunte da un singolo post (video dell'evento) 97.515 persone, interazioni dirette (click, reaction, condivisioni) da un singolo post (album di immagini) 35.106.

La manifestazione ha rappresentato anche una vetrina per tutto il territorio Biellese, fungendo da punto di partenza per le comitive in visita anche ad Oropa e Biella o per visite guidate al parco della Burcina di Pollone e al Piazzo di Biella. Fondamentale il raccordo con i borghi più belli che ha permesso due passaggi in TV nazionale e un ampio servizio su Borghi magazine. Tanti sono stati i protagonisti di questo successo, dal  nuovo presidente della Pro Loco, Stefano Leardi e tutto il  Consiglio dell’associazione,  i maestri fiorai biellesi e le scuole agrarie, per «aver realizzato un sogno ad occhi aperti ed aver creduto ancora una volta in questo evento rendendolo ancor più spettacolare con opere d’arte fatte di fiori e natura». I volontari, oltre che della Pro Loco, anche  delle altre associazioni e gruppi candelesi, tutti hanno collaborato fianco a fianco, per mesi,  per il successo dell’evento. La Polizia Locale e la Protezione Civile di Candelo, Danila D’Alessandro, curatrice e direttore artistico, fondamentale nel coordinamento dell’allestimento floreale, i proprietari delle cantine del Ricetto.

Il sindaco Mariella Biollino sottolinea  come «con Candelo in Fiore, il Ricetto di Candelo, anche in un momento difficile come questo,  continua a seguire la strada della valorizzazione e della qualità,  per fare di questo tesoro medievale sempre più un luogo di turismo e di cultura, obiettivo primario del lavoro quotidiano di tutti. L’auspicio è che eventi di questo livello possano ripetersi e crescere all’ombra delle mura e delle torri del Ricetto di Candelo, portando sempre più qualità e pubblico, arricchendo il panorama biellese e piemontese di manifestazioni turistico-culturali di respiro nazionale. Occorre però sviluppare una linea di promozione e di miglioramento continuo, d’intesa con gli altri enti territoriale, con gli attori e gli operatori locali e con chi nel pubblico e nel privato, crederà e vorrà investire nei prossimi progetti che metteremo in campo».

Sante Tregnago

CANDELO - La 15ª edizione di “Candelo in fiore 2016” è stata un’edizione record, confermandosi uno degli appuntamenti turistici più rilevanti del Nord Italia. Sono stati ben 30.494 i biglietti emessi, contro i 22.000 del 2014. Dati record anche per la comunicazione: la copertura settimanale della pagina Facebook Ricetto di Candelo durante l’evento ha contato 150.000 persone, la pagina specifica dell’evento “Candelo in Fiore 2016” 466.000 persone. Persone raggiunte da un singolo post (video dell'evento) 97.515 persone, interazioni dirette (click, reaction, condivisioni) da un singolo post (album di immagini) 35.106.

La manifestazione ha rappresentato anche una vetrina per tutto il territorio Biellese, fungendo da punto di partenza per le comitive in visita anche ad Oropa e Biella o per visite guidate al parco della Burcina di Pollone e al Piazzo di Biella. Fondamentale il raccordo con i borghi più belli che ha permesso due passaggi in TV nazionale e un ampio servizio su Borghi magazine. Tanti sono stati i protagonisti di questo successo, dal  nuovo presidente della Pro Loco, Stefano Leardi e tutto il  Consiglio dell’associazione,  i maestri fiorai biellesi e le scuole agrarie, per «aver realizzato un sogno ad occhi aperti ed aver creduto ancora una volta in questo evento rendendolo ancor più spettacolare con opere d’arte fatte di fiori e natura». I volontari, oltre che della Pro Loco, anche  delle altre associazioni e gruppi candelesi, tutti hanno collaborato fianco a fianco, per mesi,  per il successo dell’evento. La Polizia Locale e la Protezione Civile di Candelo, Danila D’Alessandro, curatrice e direttore artistico, fondamentale nel coordinamento dell’allestimento floreale, i proprietari delle cantine del Ricetto.

Il sindaco Mariella Biollino sottolinea  come «con Candelo in Fiore, il Ricetto di Candelo, anche in un momento difficile come questo,  continua a seguire la strada della valorizzazione e della qualità,  per fare di questo tesoro medievale sempre più un luogo di turismo e di cultura, obiettivo primario del lavoro quotidiano di tutti. L’auspicio è che eventi di questo livello possano ripetersi e crescere all’ombra delle mura e delle torri del Ricetto di Candelo, portando sempre più qualità e pubblico, arricchendo il panorama biellese e piemontese di manifestazioni turistico-culturali di respiro nazionale. Occorre però sviluppare una linea di promozione e di miglioramento continuo, d’intesa con gli altri enti territoriale, con gli attori e gli operatori locali e con chi nel pubblico e nel privato, crederà e vorrà investire nei prossimi progetti che metteremo in campo».

Nella foto il selfie che si è aggiudicato il premio di categoria del contest Flower Power. La motivazione: "Perché è pieno di colore, perché ci sono fiori dappertutto, perché... questa foto ci sembra quasi un passaggio di consegne tra Candelo in Fiore e Fumetti al Ricetto (manifestazione che si svolgerà il 25 e 26 giugno, ndr)". 

 Sante Tregnago

Seguici sui nostri canali