I 16 prof che studiano da preside

I 16 prof che studiano da preside
Altro 29 Marzo 2012 ore 12:11

Si conosceranno a fine mese gli esiti delle prove scritte del concorso per dirigenti scolastici, che prevede poi, per gli idonei, un ultimo colloquio orale, probabilmente a partire da metà aprile. In Piemonte i candidati che stanno svolgendo l’esame sono 461, di cui 16 biellesi o comunque insegnanti della nostra provincia. I posti disponibili in tutta la regione sono invece 172, corrispondenti alle sedi vacanti. Arriva da Biella anche il presidente della commissione esaminatrice: si tratta di Piergiorgio Giannone, da diversi anni alla guida dell’Ufficio scolastico provinciale.

Il concorso. Coloro che supereranno l’esame otterranno quindi la qualifica di dirigente scolastico e dovrebbero ricevere un incarico in una sede piemontese già a partire dal prossimo settembre. Il rischio che ci sia un numero inferiore di docenti idonei rispetto alla quantità di posti da assegnare è comunque concreto, tenendo conto che a passare la prova preselettiva di ottobre è stato soltanto il 30 per cento degli iscritti.

I quesiti. Le prove scritte, che si sono svolte a dicembre, riguardavano l’evoluzione della scuola a partire dagli anni Sessanta e dal punto di vista degli ordinamenti, con riferimento ai ruoli e alle competenze dei presidi, e la risoluzione di un caso specifico. Gli orali riguarderanno invece più discipline, dall’uso dell’inglese alle competenze informatiche, con quesiti in ambito giuridico e amministrativo, sugli ordinamenti scolastici italiani ed europei e anche sugli aspetti relazionali del dirigente.

I candidati. Sono due i docenti del liceo Scientifico di Biella alle prese con il concorso: si tratta di Emanuele Bottiglione, 55 anni, insegnante di matematica originario di Taranto, ed Enrico Martinelli, 43 anni, professore di lettere residente a Tavigliano. Insieme a loro sono in attesa degli esiti degli scritti anche Rosaria Cappello, 40 anni, docente di chimica agraria al “Vaglio Rubens” e originaria di Messina, e Antonello Papa, nato nel 1964 a Trepuzzi (Lecce) e insegnante di matematica nello stesso istituto. Due anche gli aspiranti presidi dell’Alberghiero, entrambi docenti di economia aziendale: si tratta di Gianluca Spagnolo, 48 anni, vice preside a Cavaglià, e la coscritta Tiziana Tamburelli, di Borgosesia. Sono quattro, invece, i candidati del comprensivo di Cavaglià. Sotto esame infatti c’è l’ex assessore all’istruzione del Comune di Biella Emanuela Verzella, 49 anni, che insegna lettere alle medie di Cavaglià, la collega Angela Primon, 54 anni, docente di matematica e scienze, il vice preside Paolo Massara, 37 anni, professore di lettere di Casale, e Gabriella Badà, 56 anni, maestra alle elementari di Cerrione. Nell’elenco figurano inoltre Rita Vineis, 59 anni, dirigente incaricata al primo circolo didattico di Biella, Raffaella Miori, 50 anni, insegnante di francese alle medie di Candelo, i docenti di matematica Alfio Panella, 57 anni, delle medie di Tollegno, e il suo coscritto cossatese Giuseppe Paschetto, delle medie di Mosso. Due, infine, i “prof” biellesi che insegnano fuori provincia: si tratta di Carla Mirra, 58 anni, di Valle San Nicolao e docente di chimica a Torino, e Riccardo Marola, 50 anni, di Biella, che insegna scienze al liceo scientifico “Carlo Alberto” di Novara.
Nicola Muzio