Gli immobili (vuoti) della Regione

Gli immobili (vuoti) della Regione
21 Settembre 2017 ore 14:26

BIELLA – Non c’è solamente l’ex Macello di via Ivrea tra le proprietà che la Regione Piemonte annovera in città. Direttamente controllata da Torino c’è anche Palazzo Cisterna, al Piazzo, acquistato dal Comune di Biella con l’idea di trasferirvi lì gli uffici decentrati della Regione stessa. Operazione che, però, non è andata mai a buon fine, tanto che più volte la Regione ha messo sul mercato l’immobile che, però, non ha raccolto interesse. Ora la Regione ci riproverà con l’ex Macello, recentemente sgomberato dalla presenza dei migranti proprio in ottica, come ha spiegato nei giorni scorsi il vicepresidente Reschigna, di un bando per la vendita dello stabile che attualmente ospita ancora un servizio dell’Asl Bi, il Drop In, contro le dipendenze. A parte questi due stabili  che dipendono direttamente dalla Regione Piemonte, ce ne sono molti altri, rimasti vuoti. Sono quelli che fanno parte del patrimonio dell’Asl Bi e, dunque, di emanazione regionale. A partire dal monoblocco (nella foto).
Enzo Panelli

Leggi di più sull’Eco di Biella in edicola

BIELLA – Non c’è solamente l’ex Macello di via Ivrea tra le proprietà che la Regione Piemonte annovera in città. Direttamente controllata da Torino c’è anche Palazzo Cisterna, al Piazzo, acquistato dal Comune di Biella con l’idea di trasferirvi lì gli uffici decentrati della Regione stessa. Operazione che, però, non è andata mai a buon fine, tanto che più volte la Regione ha messo sul mercato l’immobile che, però, non ha raccolto interesse. Ora la Regione ci riproverà con l’ex Macello, recentemente sgomberato dalla presenza dei migranti proprio in ottica, come ha spiegato nei giorni scorsi il vicepresidente Reschigna, di un bando per la vendita dello stabile che attualmente ospita ancora un servizio dell’Asl Bi, il Drop In, contro le dipendenze. A parte questi due stabili  che dipendono direttamente dalla Regione Piemonte, ce ne sono molti altri, rimasti vuoti. Sono quelli che fanno parte del patrimonio dell’Asl Bi e, dunque, di emanazione regionale. A partire dal monoblocco (nella foto).
Enzo Panelli

Leggi di più sull’Eco di Biella in edicola

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità