Altro

Giletti-Berlusconi: lite in diretta tv

Giletti-Berlusconi: lite in diretta tv
Altro Grande Biella, 28 Dicembre 2012 ore 12:56

«Se non mi fa parlare vado via, è inutile che prosegua, è la quarta volta che mi interrompe». E Silvio Berlusconi litiga con Massimo Giletti. È successo ieri pomeriggio su Rai Uno. Il Cavaliere era ospite dell’Arena, condotta dal presentatore biellese. Un’intervista sui temi caldi della politica, la situazione italiana, il governo tecnico di Monti. Fino a quando Berlusconi, sostenendo di non riuscire a far passare il suo messaggio a causa delle continue interruzioni dell’intervistatore, si è alzato e ha fatto per andarsene. «Vuole che me ne vada?», ha minacciato. «Ci mancherebbe!», ha risposto Giletti. Una scena che si è ripetuta per ben tre volte, prima che la situazione tornasse alla normalità e l’intervista riprendesse regolarmente.

I commenti. «Non voglio commentare», è la secca risposta di Giletti che, nelle ore successive, oltre ad essere “inseguito” dai giornalisti, era anche impegnato a rendere conto dell’accaduto in Rai.Poi, però, il presentatore aggiunge: «L’importante è che io abbia rispettato la linea che mi sono dato: fare domande. Nelle scorse settimane ho intervistato Pier Luigi Bersani e Matteo Renzi, e a entrambi ho rivolto delle domande. Il mio compito è proprio questo: fare domande. Alle quali, al limite, si può anche non rispondere. D’altra parte, come ho detto in tv («qui non siamo dalla D’Urso», ndr), la Rai non è un’azienda privata. Io, in questa veste, rappresento il “pubblico”, anche chi non la pensa come me o come Berlusconi». Il riferimento era al programma Mediaset condotto da Barbara D’Urso, appunto, di cui il leader del Pdl è stato ospite la settimana scorsa (da più parti si è sostenuto che quell’intervista fosse soprattutto un comizio elettorale).
La stretta di mano. «Sta di fatto che dopo lo “scazzo” Berlusconi è molto cambiato: ha tirato fuori la grinta, mi è piaciuto. Credo che alla fine - conclude Giletti al telefono - abbia accettato il confronto. E la stretta di mano che ci siamo scambiati al termine dell’intervista (quando il Cavaliere ha rivolto un invito al presentatore: «Guardi la D’Urso, in tv, che è anche molto bella e brava...», ndr), ne è la testimonianza. Tant’è vero che, subito dopo, mi ha detto: “Lei, Giletti, sa fare il suo lavoro, ma io devo fare il mio...”».Lara Bertolazzibertolazzi@primabiella.it

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter