GENTILE SINDACO

11 Giugno 2009 ore 15:11
Dino Gentile nuovo 
sindaco di Biella
Ecco i  40 consiglieri eletti a Palazzo Oropa
I recordman di preferenze Apicella e Presa

(9 giu) L’ufficialità è arrivata intorno a mezzanotte quando mancavano più solo poche sezioni da scrutinare ma il vantaggio era ormai assestato. Così la festa per la proclamazione di Dino Gentile, neosindaco di Biella, è potuta scoppiare con una vera e propria invasione da parte dei supporters del Pdl e della Lega a palazzo Oropa.

GENTILE SINDACO
Ecco i 40 eletti a Palazzo Oropa
I recordman di preferenze Apicella e Presa

L’ufficialità è arrivata intorno a mezzanotte quando mancavano più solo poche sezioni da scrutinare ma il vantaggio era ormai assestato. Così la festa per la proclamazione di Dino Gentile, neosindaco di Biella, è potuta scoppiare con una vera e propria invasione da parte dei supporters del Pdl e della Lega a palazzo Oropa. L’arrivo del primo cittadino, che ha trionfato con il 51,33 per cento dei voti, è stato salutato da una parata di sindaci ed ex sindaci con tanto di bandiere che hanno percorso via Italia per suggellare la vittoria. «Abbiamo voltato pagina – ha commentato a caldo Gentile, evidentemente la gente ha capito che le nostre idee e i nostri programmi sono validi. Inizieremo a lavorare sin da subito per rendere Biella più bella e accogliente». Il centrodestra attende questo momento da ben 19 anni e vincere al primo turno ha dato ancor maggior enfasi all’evento. «Sarò il sindaco di tutti – ribadisce Gentile che nelle ultime giornate di campagna elettorale aveva accusato il suo avversario di rappresentare solo una parte della cittadinanza – e sono felice per l’affluenza che si è attestata intorno al 73 per cento. E’ un’ottima prova di democrazia».
Il rivale del Pd e sindaco uscente, Vittorio Barazzotto, ha vissuto gli ultimi giorni in carica nella sua sede elettorale di piazza Martiri, insieme ai simpatizzanti. «Questo – sottolinea dopo aver appreso il risultato – è stato un voto prettamente politico. Evidentemente la cittadinanza non ha capito quante cose ho fatto in questi cinque anni o forse non sono riuscito a comunicarlo bene. Spiace perché abbiamo operato con tutte le nostre forze».
Oltre ai candidati sindaco Vittorio Barazzotto per il Pd, e Roberto Pietrobon per Rifondazione Comunista, nessuno degli altri sei candidati in “gara” è riuscito a superare lo sbarramento del tre per cento, con la sorprendente esclusione di Emilio Vaglio dell’Udc. La spartizione dei 38 seggi rimanenti, dunque, prevede 17 consiglieri del Pdl, 4 di Lega Nord, 3 della lista Dino Gentile, 11 del Pd, due della lista I love Biella e uno dell’Idv. Per il Pdl risultano eletti Patrizia Anfossi, Luigi Apicella, Livia Caldesi, Andrea Delmastro, Massimiliano Gaggino, Caterina Giachino, Andrea Gibello, Ezio Mazzoli, Nicola Monteleone, Antonio Montoro, Amedeo Paraggio, Pablito Morelli, Roberto Pella, Fabrizio Ponzana, Paolo Robazza, Nicola Tartaglino e Maurizio Varalda. Per la Lega Nord, invece, a Palazzo Oropa sederanno Silvano Rey, Giacomo Moscarola, Roberto Desirò e Michele Mosca. La “truppa” della lista Gentile vede invece Pietro Barrasso, Eusebio Franchino e Andrea Venier.
L’opposizione, invece, sarà composta da Edgardo Canuto, Rinaldo Chiola, Flavio Como, Rita De Lima, Giuseppe Faraci, Nicoletta Favero, Sergio Leone, Fabrizio Merlo, Costanza Mottino, Diego Presa e Doriano Raise per il Pd. Per la lista I Love Biella ci saranno invece Benito Possemato e Nicola Simone. Chiude l’Idv con Sabato Botta. 

9 giugno 2009

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità