«Gentile licenzi Equitalia»

«Gentile licenzi Equitalia»
Altro 02 Maggio 2012 ore 11:22

Sull’onda di quanto capitato in Veneto la scorsa settimana, con una Comunità montana che ha deciso di “licenziare” Equitalia e di riscuotere direttamente le imposte, anche nel Biellese si apre il dibattito.

Merito di Sandro Delmastro delle Vedove che, per conto di “Libertà per il Biellese”, il movimento nato alle scorse elezioni amministrative (anche se non ha espresso consiglieri comunali a Biella), dice: «Noi chiediamo al sindaco di Biella di tornare ad occuparsi della riscossione dei tributi ordinari e della riscossione coatta offrendo in tal modo al cittadino la possibilità di recarsi in Comune e di discutere della eventuale difficoltà finanziaria in cui versa il proprio nucleo familiare, per cercare insieme una  soluzione ragionevole».

Delmastro, poi, aggiunge: «Ricordiamo al sindaco di Biella che esiste la legge numero 166 del settembre 2011 che prevede la possibilità di sbarazzarsi di Equitalia. Noi chiediamo al sindaco di riprendere il controllo della situazione e di appendere all'ingresso della città un cartello con la scritta di prestigio: "Biella  - comune de-Equitalizzato". Intanto noi manifesteremo con le donne coraggiose che hanno organizzato una mattinata di protesta dinnanzi alla sede di Equitalia il prossimo 5 di maggio. Chiediamo anche noi che il popolo biellese partecipi numeroso».