Altro

Ferrere, svincolo senza luci

Ferrere, svincolo senza luci
Altro 22 Dicembre 2011 ore 18:40

(22 dic) Strada nuova, ma ancora problemi per la Cossato-Valle Mosso, da poco inaugurata. Secondo numerose segnalazioni di abitanti della zona, infatti, nella rotonda di frazione Ferrere di Valle San Nicolao, non funzionano le luci, rendendo l’accesso e l’uscita dallo svincolo molto pericoloso per gli automobilisti. Non un fatto isolato, ma sistematico, che dura da giorni. In Provincia di Biella, ente cui spetta la gestione della strada, non risulta.

Dal palazzo. «Nessuno mi ha detto nulla - spiega, infatti, l’assessore alla viabilità, Luca Castagnetti -. Il che mi pare incredibile, visto che c’è un monitoraggio permanente sulla strada da parte dei nostri tecnici. La scorsa settimana, in effetti, c’era stato un problema dell’Enel, che ha determinato alcune disfunzioni nei punti luce della zona, ma di una sistematica mancanza di illuminazione di sera e di notte non ne so proprio niente. Si tratterebbe di un fatto grave. Ovviamente chiederò conto ai dirigenti e ai funzionari responsabili di verificare al più presto». Sempre secondo diverse testimonianze degli abitanti della zona, pare poi che le luci funzionino di giorno, quando ovviamente non servono a nulla... Strada nuova, ma ancora problemi per la Cossato-Valle Mosso, da poco inaugurata. Secondo numerose segnalazioni di abitanti della zona, infatti, nella rotonda di frazione Ferrere di Valle San Nicolao, non funzionano le luci, rendendo l’accesso e l’uscita dallo svincolo molto pericoloso per gli automobilisti. Non un fatto isolato, ma sistematico, che dura da giorni. In Provincia di Biella, ente cui spetta la gestione della strada, non risulta.

Dal palazzo. «Nessuno mi ha detto nulla - spiega, infatti, l’assessore alla viabilità, Luca Castagnetti -. Il che mi pare incredibile, visto che c’è un monitoraggio permanente sulla strada da parte dei nostri tecnici. La scorsa settimana, in effetti, c’era stato un problema dell’Enel, che ha determinato alcune disfunzioni nei punti luce della zona, ma di una sistematica mancanza di illuminazione di sera e di notte non ne so proprio niente. Si tratterebbe di un fatto grave. Ovviamente chiederò conto ai dirigenti e ai funzionari responsabili di verificare al più presto». Sempre secondo diverse testimonianze degli abitanti della zona, pare poi che le luci funzionino di giorno, quando ovviamente non servono a nulla...

Sotto la Mole. Oggi intanto a Torino è previsto un faccia a faccia tra i responsabili della Provincia di Biella, dell’Anas e della società americana che ha realizzato le staffe che reggono l’impianto di illuminazione della galleria della Volpe, ancora chiusa. Dall’incontro si potrà capire se e quando si potrà riaprire. Per ora quindi i disagi per i residenti del Mortigliengo e di Lessona, proseguono. Con grande dispiacere dell’assessore Castagnetti. «D’altronde ho chiesto garanzie precise e scritte in termini di sicurezza - spiega -. Finché non sarà chiaro se si tratta di un incidente, il distacco di una canalina, o di un problema strutturale, non possiamo che continuare a tenere chiusa la galleria». La questione è tra l’altro pure di natura economica. Se si deve intervenire su tutti i 1462 metri della galleria, i costi lieviteranno e non di poco. E i tempi pure. Fosse solo una singola canalina difettosa, tra Provincia e Anas, dovrebbe essere questione di poco. Da oggi si saprà. Nella foto la galleria della Volpe, chiusa

22 dicembre 2011