Funicolare, passa l’automatizzazione

Funicolare, passa l’automatizzazione
Altro 28 Aprile 2015 ore 08:21

BIELLA - Alla fine è passata la linea, già decisa da qualche mese, della giunta Cavicchioli sull’automatizzazione della funicolare. Dunque non più le attuali cabine ma un ascensore inclinato che collegherà Biella piano con il Piazzo. A sancire il tutto ci hanno pensato i consiglieri di maggioranza, riuniti la settimana scorsa nella sede del Pd in via Trieste. Una soluzione che ha comunque creato non poche polemiche anche all’interno della stessa maggioranza. 

La serata di martedì scorso nella sede del Pd, non è di certo filata via liscia come si potrebbe immaginare. Soprattutto a causa di alcuni screzi tra il sindaco Marco Cavicchioli e il consigliere comunale Doriano Raise, che hanno dissentito su diversi punti all’ordine del giorno della riunione di maggioranza. Sono anche volate parole grosse, ma alla fine, dopo la consultazione, è passata comunque la linea del sindaco e della sua giunta, già orientata ad automatizzare la funicolare da tempo. 

Non tutto, però, apprezzano il cambiamento. E’ nata infatti in questi giorni una pagina sul social network Facebook, che dice “sì alla funicolare” e “no alla cabina ascensore”. Sono già diversi gli utenti che hanno dato il loro apprezzamento all’iniziativa. L’operazione di sostituzione dell’attuale impianto ha un costo di 1,2 milioni di euro indipendentemente dalla scelta. Si ridurranno, invece, i costi di gestione in caso di automatizzazione dell’impianto. La scelta sarà comunque vincolante per i prossimi vent’anni. Vincerà la scelta dell’amministrazione o quella dei dissidenti? 

Enzo Panelli

BIELLA - Alla fine è passata la linea, già decisa da qualche mese, della giunta Cavicchioli sull’automatizzazione della funicolare. Dunque non più le attuali cabine ma un ascensore inclinato che collegherà Biella piano con il Piazzo. A sancire il tutto ci hanno pensato i consiglieri di maggioranza, riuniti la settimana scorsa nella sede del Pd in via Trieste. Una soluzione che ha comunque creato non poche polemiche anche all’interno della stessa maggioranza. 

La serata di martedì scorso nella sede del Pd, non è di certo filata via liscia come si potrebbe immaginare. Soprattutto a causa di alcuni screzi tra il sindaco Marco Cavicchioli e il consigliere comunale Doriano Raise, che hanno dissentito su diversi punti all’ordine del giorno della riunione di maggioranza. Sono anche volate parole grosse, ma alla fine, dopo la consultazione, è passata comunque la linea del sindaco e della sua giunta, già orientata ad automatizzare la funicolare da tempo. 

Non tutto, però, apprezzano il cambiamento. E’ nata infatti in questi giorni una pagina sul social network Facebook, che dice “sì alla funicolare” e “no alla cabina ascensore”. Sono già diversi gli utenti che hanno dato il loro apprezzamento all’iniziativa. L’operazione di sostituzione dell’attuale impianto ha un costo di 1,2 milioni di euro indipendentemente dalla scelta. Si ridurranno, invece, i costi di gestione in caso di automatizzazione dell’impianto. La scelta sarà comunque vincolante per i prossimi vent’anni. Vincerà la scelta dell’amministrazione o quella dei dissidenti? 

Enzo Panelli