Forza Italia riparte dai congressi

Forza Italia riparte dai congressi
Altro 24 Novembre 2015 ore 15:35

BIELLA - Forza Italia riparte dai congressi comunali. Sabato scorso sono stati nominati i rappresentanti, una quarantina, che il 12 di dicembre prossimo, insieme a tutti i consiglieri comunali eletti, dovranno scegliere il nuovo coordinatore provinciale. Gli iscritti a Forza Italia sono decisamente calati rispetto agli anni d’oro. E sui 400 chiamati alle urne (anche se alcune lettere di convoca non sono giunte a destinazione, ndr), appena un centinaio hanno risposto presente. «Molte liste per i paesi - sottolinea il coordinatore regionale Gilberto Pichetto - erano unitarie, per cui non essendoci competizione non c’è stata una grande risposta. Discorso diverso per Biella, dove erano presenti due liste. Qui abbiamo avuto un’affluenza del 50 per cento dei tesserati». Il circolo di Biella, dopo le votazioni, ha dunque la sua nuova guida. Si tratta dell’ex presidente del consiglio comunale Francesco Piemontese. Che ha “sconfitto” il rivale Alessandro Maria Campigli. La lista di Piemontese esprimerà 14 delegati, quella di Campigli 6. 

Punto di ripartenza? Difficile da dirsi. E a confermarlo è lo stesso Pichetto. «Il momento è assai particolare - sottolinea -, i tempi sono cambiati. Gli esiti si basano principalmente sulla politica nazionale, quella locale può spostare le preferenze di uno o due punti, ma non sono più tempi in cui i Liberali e i Repubblicani facevano qui il 25 per cento e a livello nazionale l’1 per cento». 

Per le elezioni del 12 Pichetto si augura, e sta lavorando, per una lista unitaria. «Come in tutto il Piemonte» chiude. In pole position, attualmente, c’è la presidente di Asrab, Paola Vercellotti. 

Enzo Panelli

BIELLA - Forza Italia riparte dai congressi comunali. Sabato scorso sono stati nominati i rappresentanti, una quarantina, che il 12 di dicembre prossimo, insieme a tutti i consiglieri comunali eletti, dovranno scegliere il nuovo coordinatore provinciale. Gli iscritti a Forza Italia sono decisamente calati rispetto agli anni d’oro. E sui 400 chiamati alle urne (anche se alcune lettere di convoca non sono giunte a destinazione, ndr), appena un centinaio hanno risposto presente. «Molte liste per i paesi - sottolinea il coordinatore regionale Gilberto Pichetto - erano unitarie, per cui non essendoci competizione non c’è stata una grande risposta. Discorso diverso per Biella, dove erano presenti due liste. Qui abbiamo avuto un’affluenza del 50 per cento dei tesserati». Il circolo di Biella, dopo le votazioni, ha dunque la sua nuova guida. Si tratta dell’ex presidente del consiglio comunale Francesco Piemontese. Che ha “sconfitto” il rivale Alessandro Maria Campigli. La lista di Piemontese esprimerà 14 delegati, quella di Campigli 6. 

Punto di ripartenza? Difficile da dirsi. E a confermarlo è lo stesso Pichetto. «Il momento è assai particolare - sottolinea -, i tempi sono cambiati. Gli esiti si basano principalmente sulla politica nazionale, quella locale può spostare le preferenze di uno o due punti, ma non sono più tempi in cui i Liberali e i Repubblicani facevano qui il 25 per cento e a livello nazionale l’1 per cento». 

Per le elezioni del 12 Pichetto si augura, e sta lavorando, per una lista unitaria. «Come in tutto il Piemonte» chiude. In pole position, attualmente, c’è la presidente di Asrab, Paola Vercellotti. 

Enzo Panelli