Imbalsamava animali protetti

Imbalsamava animali protetti
20 Gennaio 2010 ore 21:20

(20 gen) E’ stato denunciato per una sfilza di reati lunga mezza pagina, un macellaio di Mosso di 55 anni con l’hobby – in questo caso illegale – della “tassidermia”. I carabinieri di Bioglio e di Mosso, in collaborazione con il Corpo forestale dello Stato (tutti nella foto), hanno sequestrato al macellaio un laboratorio clandestino ricavato nel seminterrato della sua abitazione, perfettamente attrezzato per effettuare l’imbalsamazione di animali. Al momento dell’irruzione, quattro animali erano in corso di lavorazione, due dei quali appartenenti a specie altamente protette. TUTTI I PARTICOLARI SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA DOMANI (20 gen) E’ stato denunciato per una sfilza di reati lunga mezza pagina, un macellaio di Mosso di 55 anni con l’hobby – in questo caso illegale – della “tassidermia”. I carabinieri di Bioglio e di Mosso, in collaborazione con il Corpo forestale dello Stato (tutti nella foto con il colonnello Balboni, il 1° Dirigente Alessandra Stefani, l’ispettore Sieghel, i marescialli Remy Di Ronco e Rodolfo Marsella), hanno sequestrato al macellaio un laboratorio clandestino ricavato nel seminterrato della sua abitazione, perfettamente attrezzato per effettuare l’imbalsamazione di animali. Al momento dell’irruzione, quattro animali erano in corso di lavorazione, due dei quali appartenenti a specie altamente protette. La sorpresa per militari e agenti si è accresciuta parecchio quando sono entrati nella stanza accanto dov’era stata organizzata un’ampia esposizione di animali impagliati, in tutto più di 120, dei quali 62 sono finiti sotto sequestro in quanto appartenenti a specie che non possono essere né cacciate e neppure detenute, in alcuni casi addirittura a livello europeo o mondiale, a meno di apposite e ben rare autorizzazioni per cause ben motivate. Nei confronti del macellaio sono scattate una serie di denunce penali che vanno dall’apertura e dall’esercizio abusivo del laboratorio di “tassidermia” alla detenzione di animali imbalsamati di specie protetta o particolarmente protetta, tra cui un trofeo di stambecco. Tutto è cominciato dalla denuncia di sei bracconieri fermati dai carabinieri con un cervo adulto appena abbattuto.

20 gennaio 2010

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità