Fontana da 62 mila litri d'acqua

Altro 18 Gennaio 2012 ore 12:31

(18 gen) La fontana pubblica inaugurata ad aprile 2011 in piazza Alpini d’Italia, nella palazzina che un tempo ospitava la stazione, ha erogato, fino al 31 dicembre, ben 62.703 litri, di cui il 62 per cento di acqua gasata e il 38 per cento di acqua naturale. Sono questi i dati che confermano il successo dell’iniziativa “BeviAmo point” in paese, che ha messo a disposizione dei residenti in valle un distributore in grado di erogare acqua gasata, liscia, microfiltrata, depurata e refrigerata al contenutissimo costo di 5 centesimi al litro.
I numeri dimostrano pertanto che le fontane pubbliche sono parecchio utilizzate dalla popolazione locale. Un altro distributore di acqua in valle si trova anche a Vallanzengo, dove è stato inaugurato pochi mesi fa. La fontana pubblica inaugurata ad aprile 2011 in piazza Alpini d’Italia, nella palazzina che un tempo ospitava la stazione, ha erogato, fino al 31 dicembre, ben 62.703 litri, di cui il 62 per cento di acqua gasata e il 38 per cento di acqua naturale. Sono questi i dati che confermano il successo dell’iniziativa “BeviAmo point” in paese, che ha messo a disposizione dei residenti in valle un distributore in grado di erogare acqua gasata, liscia, microfiltrata, depurata e refrigerata al contenutissimo costo di 5 centesimi al litro.
I numeri dimostrano pertanto che le fontane pubbliche sono parecchio utilizzate dalla popolazione locale. Un altro distributore di acqua in valle si trova anche a Vallanzengo, dove è stato inaugurato pochi mesi fa.

Soddisfazione. «Da aprile a fine 2011 sono stati erogati quasi 63 mila litri - rivela soddisfatto il vice sindaco di Valle Mosso, Eusebio Fantini - e pertanto possiamo affermare di aver evitato l’immissione nell’ambiente di circa 42 mila bottiglie di plastica da un litro e mezzo, risparmiando anche nelle emissioni di anidride carbonica derivate dai trasporti stradali non avvenuti. Ringraziamo la popolazione per aver accolto molto bene l’iniziativa e naturalmente spero che anche quest'anno si prosegua su questa strada».

18 gennaio 2012