Fila riscommette su Biella. Col museo

Fila riscommette su Biella. Col museo
Altro 01 Maggio 2016 ore 12:10

BIELLA - Ripercorrere un secolo di storia di un’azienda che partendo da Biella, attraverso la qualità e l'innovazione, si e? fatta conoscere in tutti e cinque continenti. Per celebrare questo successo su scala mondiale, Fila e? ritornata alle sue radici dove tutto e? iniziato e ha deciso di riallestire il Fila Museum, un percorso museale completamente nuovo che rappresenta un cammino nella fabbrica, nella storia e nello sviluppo di un brand.
Proprio nella giornata di ieri si è svolta l'inaugurazione di questo allestimento in via dei Seminari 4 all’interno della Fondazione Fila con la presenza delle autorita? e di due ospiti d’eccezione: i grandi campioni e ambasciatori Fila Andrea Lucchetta e Jury Chechi.
Il filo conduttore di questo percorso e? l’innovazione, con un occhio sempre attento al passato. Per i visitatori sara? dunque un nostalgico salto nel passato ritrovando capi, fantasie e colori che nel tempo sono diventati un vero e proprio marchio di riconoscimento di quello stile unico e completamente italiano.
Inoltre, come in un film in tre dimensioni, il pubblico sara? catapultato in mezzo ai cimeli dei grandi dello sport che hanno indossato il marchio Fila: dai campioni della racchetta Adriano Panatta e Bjorn Borg, solo per citare i piu? famosi, fino ai grandi delle cime innevate come Reinhold Messner e Alberto Tomba senza dimenticare le imprese nautiche in solitarie di Giovanni Soldini. Importanti anche le sponsorizzazioni tecniche a societa? come la Fiorentina ma soprattutto a Pallacanestro Biella che ha dato il via ad una storia ricca di successi. Un viaggio a tutti gli effetti indietro nel tempo per ricordare, o far conoscere ai piu? giovani, alcune delle piu? belle pagine sportive del nostro paese.
«Siamo fieri di presentare, attraverso questo viaggio emozionale, il meraviglioso percorso che Fila ha fatto in cent’anni» ha spiegato il vice presidente della Fondazione Fila Marco Negri. Che poi ha aggiunto: «Con questo allestimento, possiamo camminare dentro la storia, all’interno della fabbrica, sfiorando i primi prototipi di maglietta che hanno cambiato il modo di vestire di intere generazioni di atleti».
Atleti come Andrea Lucchetta e Jury Chechi, campioni nei rispettivi sport, che abbracciando il marchio Fila si sono impegnati a rappresentare nel mondo i valori che hanno contraddistinto questo marchio: «E? un piacere essere identificati con questo brand - hanno spiegato in maniera unanime Lucchetta e Chechi - che identifica l’italianita?, quella buona e genuina, riconosciuta e apprezzata in tutto il mondo».
Fabio Giacchetto 

BIELLA - Ripercorrere un secolo di storia di un’azienda che partendo da Biella, attraverso la qualità e l'innovazione, si e? fatta conoscere in tutti e cinque continenti. Per celebrare questo successo su scala mondiale, Fila e? ritornata alle sue radici dove tutto e? iniziato e ha deciso di riallestire il Fila Museum, un percorso museale completamente nuovo che rappresenta un cammino nella fabbrica, nella storia e nello sviluppo di un brand.
Proprio nella giornata di ieri si è svolta l'inaugurazione di questo allestimento in via dei Seminari 4 all’interno della Fondazione Fila con la presenza delle autorita? e di due ospiti d’eccezione: i grandi campioni e ambasciatori Fila Andrea Lucchetta e Jury Chechi.
Il filo conduttore di questo percorso e? l’innovazione, con un occhio sempre attento al passato. Per i visitatori sara? dunque un nostalgico salto nel passato ritrovando capi, fantasie e colori che nel tempo sono diventati un vero e proprio marchio di riconoscimento di quello stile unico e completamente italiano.
Inoltre, come in un film in tre dimensioni, il pubblico sara? catapultato in mezzo ai cimeli dei grandi dello sport che hanno indossato il marchio Fila: dai campioni della racchetta Adriano Panatta e Bjorn Borg, solo per citare i piu? famosi, fino ai grandi delle cime innevate come Reinhold Messner e Alberto Tomba senza dimenticare le imprese nautiche in solitarie di Giovanni Soldini. Importanti anche le sponsorizzazioni tecniche a societa? come la Fiorentina ma soprattutto a Pallacanestro Biella che ha dato il via ad una storia ricca di successi. Un viaggio a tutti gli effetti indietro nel tempo per ricordare, o far conoscere ai piu? giovani, alcune delle piu? belle pagine sportive del nostro paese.
«Siamo fieri di presentare, attraverso questo viaggio emozionale, il meraviglioso percorso che Fila ha fatto in cent’anni» ha spiegato il vice presidente della Fondazione Fila Marco Negri. Che poi ha aggiunto: «Con questo allestimento, possiamo camminare dentro la storia, all’interno della fabbrica, sfiorando i primi prototipi di maglietta che hanno cambiato il modo di vestire di intere generazioni di atleti».
Atleti come Andrea Lucchetta e Jury Chechi, campioni nei rispettivi sport, che abbracciando il marchio Fila si sono impegnati a rappresentare nel mondo i valori che hanno contraddistinto questo marchio: «E? un piacere essere identificati con questo brand - hanno spiegato in maniera unanime Lucchetta e Chechi - che identifica l’italianita?, quella buona e genuina, riconosciuta e apprezzata in tutto il mondo».
Fabio Giacchetto