Farmacie sempre aperte

Altro 28 Dicembre 2011 ore 21:12

(28 dic) Dal 1° gennaio, alla domenica, ci sarà sempre una farmacia aperta: quella di Quaregna del dottor Angelo Boglio. Si tratta di un servizio aggiuntivo che, in questo momento di tagli, va incontro alle esigenze dei residenti, in modo particolare, delle fasce più deboli, soprattutto degli anziani che non hanno l’auto o non sono in grado di guidare, e non possono, quindi, raggiungere la farmacia di turno.

Il sindaco. «Nei mesi scorsi, mi ero interessata per l’apertura domenicale di tutti gli esercizi - spiega il sindaco di Quaregna Katia Giordani -. Un primo importante impegno e segnale che arriva dalla famiglia Boglio, dove si investe in capitali, anche umani, nel territorio, mi fa veramente molto piacere». Dal 1° gennaio, alla domenica, ci sarà sempre una farmacia aperta: quella di Quaregna del dottor Angelo Boglio. Si tratta di un servizio aggiuntivo che, in questo momento di tagli, va incontro alle esigenze dei residenti, in modo particolare, delle fasce più deboli, soprattutto degli anziani che non hanno l’auto o non sono in grado di guidare, e non possono, quindi, raggiungere la farmacia di turno.

Il sindaco. «Nei mesi scorsi, mi ero interessata per l’apertura domenicale di tutti gli esercizi - spiega il sindaco di Quaregna Katia Giordani -. Un primo importante impegno e segnale che arriva dalla famiglia Boglio, dove si investe in capitali, anche umani, nel territorio, mi fa veramente molto piacere».

Asl. L’azienda sanitaria locale ha, infatti, dato il via libera, accogliendo la richiesta del sindaco di Quaregna e del farmacista. «Sono dodici anni che svolgo l’attività a Quaregna - afferma il dottor. Boglio - e mi fa molto piacere poterla tenere aperta alla domenica. L’orario sarà quello degli altri giorni: continuato dalle 8,30 alle 20,30. Almeno per ora, la farmacia sarà chiusa in tutte le festività infrasettimanali, ad iniziare dall’Epifania». Dagli uffici dell’Asl di Biella si specifica che l’apertura continua risponde ad una legge regionale, che, in via sperimentale, disciplina i riposi infrasettimanali, garantendo il servizio alla domenica.

Il farmacista. «Mi sto organizzando per servire, nel miglior modo possibile, l’utenza. Questa deroga - prosegue Boglio - risponde alle esigenze, in modo particolare, degli anziani, una percentuale consistente della popolazione. E ci saranno anche dei riflessi positivi anche sui Comuni limitrofi. La vicinanza della mia farmacia con il centro commerciale dell’Esselunga, anch’essa aperta sette giorni su sette, è davvero strategica». Il servizio sarà aggiuntivo, nel senso che si affiancherà ai normali turni festivi di rotazione nel Biellese orientale, mentre proseguiranno i turni notturni di tutte le farmacie dalle 20,30 alle 8,30.

Cossato. Lo scorso anno, anche il Comune di Cossato, tramite l’assessore Sonia Borin, aveva cercato di garantire una turnazione di mezza giornata, alla domenica, ma. ad un passo dall’intesa, uno dei quattro titolari si era tirato indietro, facendo saltare tutto. Così, Boglio ha portato avanti la sua battaglia da solo: la sua perseveranza e la richiesta all’Asl del sindaco di Quaregna ed una petizione dei cittadini, hanno avuto la meglio.

Il servizio. «Quando saremo di turno alla domenica - commenta, invece, Guido Gallo, titolare della farmacia Viana, quella che è sorta per prima a Cossato e che continuerà ad osservare il riposo settimanale al pomeriggio del mercoledì e del sabato - sapendo che a Quaregna è sempre aperta, che cosa faremo? Sarà un danno notevole per tutti noi». Per tutte le farmacie, l’orario di apertura resterà: dalle 8,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 19,30.

28 dicembre 2011