Fai Marathon, focus in Valle Elvo

Fai Marathon, focus in Valle Elvo
Altro 14 Ottobre 2016 ore 11:55

Più che una maratona, sarà un percorso libero. Che come partenza ha l’obiettivo di valorizzare il nostro territorio, inserendosi nell’iniziativa di carattere nazionale che nello stesso giorno - domenica, 16 ottobre - coinvolgerà 600 luoghi in 150 città italiane per un totale di 3.500 volontari. E che vede punto di arrivo la sensibilizzazione sempre più ampia del pubblico di tutte le età; più il sostegno alla campagna di raccolta fondi “Ricordiamoci di salvare l’Italia”. 

“Food Art Industry - Mountain”. Così si presenta, appunto, la Fai Marathon 2016, affidata, per il secondo anno, al Gruppo Fai Giovani - in zona coordinato da Emanuele Comoglio - con il sostegno della delegazione Fai di riferimento - a Biella, guidata dalla referente Francesca Chiorino - e che, nel Biellese, si svolgerà in un punto ben preciso della provincia: la Valle Elvo, Pollone. 
Perché la zona ben si caratterizza per il focus scelto per questa edizione dell’iniziativa del Fondo Ambiente Italiano: “Food Art Industry - Mountain”. Montagna e, con essa, industria virtuosa. O prodotti legati nell’intimo al territorio, frutto e sapore della nostra terra. 
Criteri dei quali sono espressione il Caseificio Rosso, il lanificio Fratelli Piacenza e Villa Ametis Frassati. Il solco da seguire è quello della visione del cibo come cultura e spunto per viaggiare, della montagna non tanto in senso fisico quanto ideale, fino all’industria che, per usare l’espressione di Carlo Piacenza, si è andata via via facendo “fabbrica trasparente”, non più vista come qualcosa di chiuso e, ancora peggio, inquinante.  

L’aiuto dalle scuole. E, come sempre, la visita a queste tre realtà sarà condotta con l’aiuto degli “apprendisti ciceroni”, che da tempo già sono entrati tra le fila del Fai Giovani, uscendo  da scuola: saranno, infatti, in un centinaio, una trentina per ognuno dei tre istituti partecipanti. L’Iis Cossatese e Vallestrona al Caseificio Rosso; l’Iis “Q. Sella” da Piacenza; lo Scientifico “Avogadro” a Villa Frassati. 

Info. La Fai Marathon è una giornata di visite a contributo libero, che si terrà domenica, 16 ottobre, dalle ore 10 fino alle 17. 
Giovanna Boglietti 

Più che una maratona, sarà un percorso libero. Che come partenza ha l’obiettivo di valorizzare il nostro territorio, inserendosi nell’iniziativa di carattere nazionale che nello stesso giorno - domenica, 16 ottobre - coinvolgerà 600 luoghi in 150 città italiane per un totale di 3.500 volontari. E che vede punto di arrivo la sensibilizzazione sempre più ampia del pubblico di tutte le età; più il sostegno alla campagna di raccolta fondi “Ricordiamoci di salvare l’Italia”. 

“Food Art Industry - Mountain”. Così si presenta, appunto, la Fai Marathon 2016, affidata, per il secondo anno, al Gruppo Fai Giovani - in zona coordinato da Emanuele Comoglio - con il sostegno della delegazione Fai di riferimento - a Biella, guidata dalla referente Francesca Chiorino - e che, nel Biellese, si svolgerà in un punto ben preciso della provincia: la Valle Elvo, Pollone. 
Perché la zona ben si caratterizza per il focus scelto per questa edizione dell’iniziativa del Fondo Ambiente Italiano: “Food Art Industry - Mountain”. Montagna e, con essa, industria virtuosa. O prodotti legati nell’intimo al territorio, frutto e sapore della nostra terra. 
Criteri dei quali sono espressione il Caseificio Rosso, il lanificio Fratelli Piacenza e Villa Ametis Frassati. Il solco da seguire è quello della visione del cibo come cultura e spunto per viaggiare, della montagna non tanto in senso fisico quanto ideale, fino all’industria che, per usare l’espressione di Carlo Piacenza, si è andata via via facendo “fabbrica trasparente”, non più vista come qualcosa di chiuso e, ancora peggio, inquinante.  

L’aiuto dalle scuole. E, come sempre, la visita a queste tre realtà sarà condotta con l’aiuto degli “apprendisti ciceroni”, che da tempo già sono entrati tra le fila del Fai Giovani, uscendo  da scuola: saranno, infatti, in un centinaio, una trentina per ognuno dei tre istituti partecipanti. L’Iis Cossatese e Vallestrona al Caseificio Rosso; l’Iis “Q. Sella” da Piacenza; lo Scientifico “Avogadro” a Villa Frassati. 

Info. La Fai Marathon è una giornata di visite a contributo libero, che si terrà domenica, 16 ottobre, dalle ore 10 fino alle 17. 
Giovanna Boglietti