Emergenza casa, ecco 40mila euro

Emergenza casa, ecco 40mila euro
Altro 10 Giugno 2015 ore 09:42

BIELLA - Due delibere della giunta comunale per andare a coprire alcune spese ormai inderogabili su due ambiti importanti per la cittadinanza. La prima è legata all’emergenza abitativa e prevede lo stanziamento, per il 2015, di una somma pari a 40mila euro da destinare alle manutenzioni ordinarie. Una cifra importante che consentirà di risistemare alcuni appartamenti che attualmente presentano delle criticità. I lavori consentiranno quindi di poter assegnare nuovi alloggi alle famiglie che attualmente si trovano in lista d’attesa. Una boccata d’ossigeno vista la situazione attuale. 

La seconda delibera riguarda invece la messa in sicurezza del palazzo di giustizia, di proprietà del Comune di Biella che lo mette a disposizione del Ministero della giustizia. In questo caso la cifra stanziata è ben più importante. Si tratta di 250mila euro che serviranno per la messa a norma degli impianti antincendio del tribunale e di quelli di sicurezza. Su richiesta della Procura della Repubblica era stata inoltre avanzata la necessità di dotare gli archivi posti al seminterrato di scaffalature compattabili. Altra vicenda che con la delibera di recente approvazione troverà accoglimento. Insomma, il Palazzo di Giustizia, dopo l’intervento da 250mila euro che il Comune metterà in piedi, potrà contare su impianti di sicurezza a norma secondo le indicazioni dei Vigili del Fuoco. 

E.P.

BIELLA - Due delibere della giunta comunale per andare a coprire alcune spese ormai inderogabili su due ambiti importanti per la cittadinanza. La prima è legata all’emergenza abitativa e prevede lo stanziamento, per il 2015, di una somma pari a 40mila euro da destinare alle manutenzioni ordinarie. Una cifra importante che consentirà di risistemare alcuni appartamenti che attualmente presentano delle criticità. I lavori consentiranno quindi di poter assegnare nuovi alloggi alle famiglie che attualmente si trovano in lista d’attesa. Una boccata d’ossigeno vista la situazione attuale. 

La seconda delibera riguarda invece la messa in sicurezza del palazzo di giustizia, di proprietà del Comune di Biella che lo mette a disposizione del Ministero della giustizia. In questo caso la cifra stanziata è ben più importante. Si tratta di 250mila euro che serviranno per la messa a norma degli impianti antincendio del tribunale e di quelli di sicurezza. Su richiesta della Procura della Repubblica era stata inoltre avanzata la necessità di dotare gli archivi posti al seminterrato di scaffalature compattabili. Altra vicenda che con la delibera di recente approvazione troverà accoglimento. Insomma, il Palazzo di Giustizia, dopo l’intervento da 250mila euro che il Comune metterà in piedi, potrà contare su impianti di sicurezza a norma secondo le indicazioni dei Vigili del Fuoco. 

E.P.