«Ecco perché esternalizziamo gli asili»

«Ecco perché esternalizziamo gli asili»
Altro 04 Ottobre 2015 ore 02:04

BIELLA - «Si poteva scegliere. O avere asili nido pubblici con pochi bambini, oppure operatori privati che lavorano fianco a fianco col pubblico per garantire lo stesso servizio attuale e, se possibile, anche aumentarlo andando ad abbattere le liste d’attesa attuali». Il sindaco Marco Cavicchioli non si tira indietro dopo l’annuncio della presentazione di una mozione contro l’esternalizzazione di due nidi, che verrà presentata dai consiglieri di maggioranza Giuseppe Faraci e Doriano Raise. «Abbiamo analizzato a fondo la situazione - aggiunge il primo cittadino - e con il blocco delle assunzioni non ci sono alternative se vogliamo, come detto, garantire il servizio che attualmente esiste. Il discorso potrebbe cambiare tra due anni quando il blocco delle assunzioni finirà. Lì, allora, potremo ragionare su altre scelte». 
Questione politica? La mozione presentata da Faraci-Raise nasconde una questione politica dietro? «Io non sono abituato a fare processi alle intenzioni - aggiunge Cavicchioli -. Conosco molto bene Faraci e apprezzo il suo operato. Detto questo la domanda deve essere girata a lui». 
Chi non ha perso tempo a prendere posizione, dopo l’annuncio della mozione, è il capogruppo di Fratelli d’Italia, Andrea Delmastro. «Leggiamo, con soddisfazione, che un gruppo del Pd dopo aver tentato di far ritornare sui suoi passi la giunta e il “cerchio tragico” di Cavicchioli in ordine alla scellerata decisione di chiudere due asili pubblici, ha deciso di presentare una mozione. E’ stata la battaglia di Fratelli di Italia in sede di approvazione del bilancio. Devo dare atto ad una parte del centrosinistra di sapere ascoltare anche le minoranze e di avere ancora una traccia di sinistra nel proprio dna. Nel corso dell’approvazione del bilancio Fratelli di Italia ha dimostrato che, tecnicamente, giuridicamente e amministrativamente, era una bufala spacciare la chiusura degli asili per una necessità». E poi aggiunge: «Sin da ora, atteso che le proposte avanzate sono assolutamente identiche alle soluzione proposte da Fratelli di Italia, prometto il mio massimo impegno a coinvolgere tutto il centrodestra nel sostegno ad eventuali mozioni».

Enzo Panelli

BIELLA - «Si poteva scegliere. O avere asili nido pubblici con pochi bambini, oppure operatori privati che lavorano fianco a fianco col pubblico per garantire lo stesso servizio attuale e, se possibile, anche aumentarlo andando ad abbattere le liste d’attesa attuali». Il sindaco Marco Cavicchioli non si tira indietro dopo l’annuncio della presentazione di una mozione contro l’esternalizzazione di due nidi, che verrà presentata dai consiglieri di maggioranza Giuseppe Faraci e Doriano Raise. «Abbiamo analizzato a fondo la situazione - aggiunge il primo cittadino - e con il blocco delle assunzioni non ci sono alternative se vogliamo, come detto, garantire il servizio che attualmente esiste. Il discorso potrebbe cambiare tra due anni quando il blocco delle assunzioni finirà. Lì, allora, potremo ragionare su altre scelte». 
Questione politica? La mozione presentata da Faraci-Raise nasconde una questione politica dietro? «Io non sono abituato a fare processi alle intenzioni - aggiunge Cavicchioli -. Conosco molto bene Faraci e apprezzo il suo operato. Detto questo la domanda deve essere girata a lui». 
Chi non ha perso tempo a prendere posizione, dopo l’annuncio della mozione, è il capogruppo di Fratelli d’Italia, Andrea Delmastro. «Leggiamo, con soddisfazione, che un gruppo del Pd dopo aver tentato di far ritornare sui suoi passi la giunta e il “cerchio tragico” di Cavicchioli in ordine alla scellerata decisione di chiudere due asili pubblici, ha deciso di presentare una mozione. E’ stata la battaglia di Fratelli di Italia in sede di approvazione del bilancio. Devo dare atto ad una parte del centrosinistra di sapere ascoltare anche le minoranze e di avere ancora una traccia di sinistra nel proprio dna. Nel corso dell’approvazione del bilancio Fratelli di Italia ha dimostrato che, tecnicamente, giuridicamente e amministrativamente, era una bufala spacciare la chiusura degli asili per una necessità». E poi aggiunge: «Sin da ora, atteso che le proposte avanzate sono assolutamente identiche alle soluzione proposte da Fratelli di Italia, prometto il mio massimo impegno a coinvolgere tutto il centrodestra nel sostegno ad eventuali mozioni».

Enzo Panelli