E’ nato il Pdl, l’Udc corre sola

05 Aprile 2009 ore 23:59
E’ nato il Pdl,
l’Udc corre sola

Con Vaglio e (forse) Soncina

(30 mar) Il Pdl è nato. E  i pidiellini biellesi hanno partecipato in massa al battesimo tenuto a Roma direttamente da Silvio Berlusconi. «La fondazione del Pdl – spiega il coordinatore Lorenzo Leardi -, dopo lo scioglimento di Forza Italia e Alleanza Nazionale, rappresenta un passaggio storico. L’Italia avrà un grande partito dei moderati, di gente che lavora con spirito di realismo per realizzare politiche concrete di sviluppo per far avanzare e crescere il Paese.

E’ nato il Pdl,
l’Udc corre Sola

Con Vaglio e (forse) Soncina

(30 mar) Il Pdl è nato. E  i pidiellini biellesi hanno partecipato in massa al battesimo tenuto a Roma direttamente da Silvio Berlusconi. «La fondazione del Pdl – spiega il coordinatore Lorenzo Leardi -, dopo lo scioglimento di Forza Italia e Alleanza Nazionale, rappresenta un passaggio storico. L’Italia avrà un grande partito dei moderati, di gente che lavora con spirito di realismo per realizzare politiche concrete di sviluppo per far avanzare e crescere il Paese. Lo stretto contatto tra i rappresentati biellesi del nuovo partito con la dirigenza nazionale e con il governo del Paese garantisce che le istanze del Biellese, dei suoi cittadini ed imprenditori, saranno tenute ben presenti». La nascita ufficiale del Pdl dovrebbe sbloccare ufficialmente le candidature a sindaco di Biella per Dino Gentile e a presidente della Provincia di Orazio Scanzio.  Per il senatore Gilberto Pichetto «dal congresso torniamo tutti più motivati, per proseguire l’impegno sul territorio in un momento importante per  conquistare le amministrazioni».  In prima fila anche Andrea Delmastro, l’altro coordinatore Pdl biellese, e Roberto  Pella, responsabile Anci giovani, oltrre ad una ventina di dirigenti e militanti.
Intanto, sul fronte preelettorale, il direttivo Udc venerdì sera dopo aver incontrato candidati di centrodestra e centrosinistra ha definito un orientamento, anche se non è ancora ufficiale: quello di correre da soli sia in Comune a Biella sia in Provincia. Tanto che, in linea di massima (anche qui l’ufficialità dovrebbe arrivare nei prossimi giorni), sono già stati ipotizzati i nomi dei due candidati. Per il Comune potrebbe correre Fabrizio Soncina, mentre per la Provincia il nome espresso è quello di Emilio Vaglio, attuale capogruppo in consiglio comunale.  A Cossato, infine, appoggio a Stefano Revello e per le europee a Lina Magliaro.
 Lega Nord continua la sua campagna elettorale. Ieri è stato a Biella, in via Italia, Mario Borghezio che ha visitato anche il mercatino di Riva. Il Carroccio ha anche organizzato un banchetto all’Expo, così come gli esponenti della lista “Libertà per Biella” capitanata da Sandro Delmastro e Alberto Perini che giovedì a Bioglio hanno rinfocolato la polemica  su «Vercelli meglio di Biella a lanciare il turismo e la cultura», ospitando il sindaco Andrea Corsaro e l’assessore Roberto Scheda.
Sul fronte del Pd, in ottica elezioni europee, c’è da registrare la levata di scudi del direttivo regionale contro la candidatura, come capolista in Piemonte, di Sergio Cofferati. Dovrebbe invece essere Piero Fassino il nome “pesante”, mentre l’appoggio dato dal partito andrà alla ricandidatura del biellese  Gianluca Susta.
Rifondazione e Comunisti Italiani, invece, attaccano il candidato del Pd in Provincia, Wilmer Ronzani. Roberto Pietrobon, e Tony Filoni, criticano la posizione di Ronzani sull’inceneritore e chiedono anche a Vittorio Barazzotto «di dire come la pensa su questo argomento visto che ha stretto l’alleanza con l’Italia dei Valori che si è apertamente schierata contro i termovalorizzatori nel Biellese».
La lista civica “Biella Viva”, con Francesco Montoro candidato sindaco, si presenterà invece ufficialmente ai cittadini domani sera, alle 21, all’hotel Agorà di via La Marmora.

30 marzo 2009

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità