Dopo 13 anni, sì al nuovo piano regolatore di Candelo

Dopo 13 anni, sì al nuovo piano regolatore di Candelo
04 Luglio 2017 ore 11:30

CANDELO – Il Consiglio comunale ha finalmente  approvato il piano regolatore. «Si è messo un punto fermo al complesso iter avviato ad aprile 2004 e rimasto fermo per parecchio tempo a causa discussione per tracciato autostradale che passava  per Candelo – spiega ripercorrendo la storia del Prg il sindaco Mariella Biollino -. Si è lavorato sodo e in due anni e mezzo il piano regolatore è stato rifatto quasi in toto con approvazione della Regione».
«Nell’aprile 2014 c’è stata l’adozione del  progetto preliminare della variante di revisione generale – continua il sindaco -. A giugno 2014 la nuova giunta ha subito ripreso in mano il tutto riaprendo i termini per la presentazione richieste visto che erano passato circa 10 anni dall’inizio lavori. Sono arrivate più di 100 osservazioni. Sono stati fatti incontri con categorie specifiche, agricoltori, tecnici, singoli cittadini, popolazione tutta,  il 14 luglio 2014. In raccordo con le minoranze sono state fatti incontri per rivedere viabilità e altre situazioni. Nel gennaio 2015 è stato approvato il progetto definitivo , inviato in Regione il 17 marzo. La Regione, un anno dopo, a marzo 2016, ha fatto pervenire varie osservazioni. Subito ci si è attivati per le  controdeduzioni attraverso numerosi confronti con privati, approvate in Consiglio comunale a novembre 2016».  La Regione, tenendo conto delle controdeduzioni presentate, ha approvato definitivamente la variante di revisione generale al Prg il 15 maggio 2017. «In due anni e mezzo circa – conclude il sindaco -, io e il mio vice Giuseppe Lacchia  abbiamo praticamente rifatto in toto il piano del 2004 seguendo le indicazioni provinciali e regionali».
S.T.

CANDELO – Il Consiglio comunale ha finalmente  approvato il piano regolatore. «Si è messo un punto fermo al complesso iter avviato ad aprile 2004 e rimasto fermo per parecchio tempo a causa discussione per tracciato autostradale che passava  per Candelo – spiega ripercorrendo la storia del Prg il sindaco Mariella Biollino -. Si è lavorato sodo e in due anni e mezzo il piano regolatore è stato rifatto quasi in toto con approvazione della Regione».
«Nell’aprile 2014 c’è stata l’adozione del  progetto preliminare della variante di revisione generale – continua il sindaco -. A giugno 2014 la nuova giunta ha subito ripreso in mano il tutto riaprendo i termini per la presentazione richieste visto che erano passato circa 10 anni dall’inizio lavori. Sono arrivate più di 100 osservazioni. Sono stati fatti incontri con categorie specifiche, agricoltori, tecnici, singoli cittadini, popolazione tutta,  il 14 luglio 2014. In raccordo con le minoranze sono state fatti incontri per rivedere viabilità e altre situazioni. Nel gennaio 2015 è stato approvato il progetto definitivo , inviato in Regione il 17 marzo. La Regione, un anno dopo, a marzo 2016, ha fatto pervenire varie osservazioni. Subito ci si è attivati per le  controdeduzioni attraverso numerosi confronti con privati, approvate in Consiglio comunale a novembre 2016».  La Regione, tenendo conto delle controdeduzioni presentate, ha approvato definitivamente la variante di revisione generale al Prg il 15 maggio 2017. «In due anni e mezzo circa – conclude il sindaco -, io e il mio vice Giuseppe Lacchia  abbiamo praticamente rifatto in toto il piano del 2004 seguendo le indicazioni provinciali e regionali».
S.T.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno