Altro

Doloso l’incendio di una legnaia a Mottalciata

Doloso l’incendio di una legnaia a Mottalciata
Altro 03 Novembre 2016 ore 13:48

E’ di natura dolosa l’incendio che martedì mattina, alle prime luci dell’alba, ha incenerito una legnaia a Mottalciata, in frazione San Silvestro, contenente una quindicina di quintali di legna. Nello stabile non c’era impianto elettrico ed è quindi escluso che il rogo sia stato provocato da un corto circuito. I Vigili del fuoco hanno impedito che le fiamme potessero propagarsi all’abitazione. Hanno quindi redatto un verbale per i carabinieri che hanno cominciato le indagini per capire chi possa aver appiccato il rogo. Il proprietario è un uomo di 87 anni che ha raccontato d’aver avuto degli screzi con certe persone in passato e d’aver ricevuto pure delle minacce, ma di non sospettare nessuno.

E’ stato invece escluso il dolo tra le cause dell’incendio che ha devastato la notte prima un deposito di pochi metri quadrati contenente legna, plastica e carta, in frazione San Lorenzo a Mongrando, di proprietà di un uomo di 62 anni. Le fiamme hanno danneggiato anche un vicino magazzino, ma per fortuna non sono riuscite a raggiungere l’abitazione grazie all’intervento anche in questo caso dei Vigili del fuoco.

Sono infine molto gravi i danni a una cascina di Graglia, in regione Cisalei, di proprietà di una donna di 45 anni. Le fiamme sono divampate a causa di un corto circuito nella camera da letto e si sono in seguito propagate non solo alla stanza ma persino al tetto. La casa è stata dichiarata inagibile. Sono stati salvati gli animali che si trovavano nel fienile.
V.Ca.

E’ di natura dolosa l’incendio che martedì mattina, alle prime luci dell’alba, ha incenerito una legnaia a Mottalciata, in frazione San Silvestro, contenente una quindicina di quintali di legna. Nello stabile non c’era impianto elettrico ed è quindi escluso che il rogo sia stato provocato da un corto circuito. I Vigili del fuoco hanno impedito che le fiamme potessero propagarsi all’abitazione. Hanno quindi redatto un verbale per i carabinieri che hanno cominciato le indagini per capire chi possa aver appiccato il rogo. Il proprietario è un uomo di 87 anni che ha raccontato d’aver avuto degli screzi con certe persone in passato e d’aver ricevuto pure delle minacce, ma di non sospettare nessuno.

E’ stato invece escluso il dolo tra le cause dell’incendio che ha devastato la notte prima un deposito di pochi metri quadrati contenente legna, plastica e carta, in frazione San Lorenzo a Mongrando, di proprietà di un uomo di 62 anni. Le fiamme hanno danneggiato anche un vicino magazzino, ma per fortuna non sono riuscite a raggiungere l’abitazione grazie all’intervento anche in questo caso dei Vigili del fuoco.

Sono infine molto gravi i danni a una cascina di Graglia, in regione Cisalei, di proprietà di una donna di 45 anni. Le fiamme sono divampate a causa di un corto circuito nella camera da letto e si sono in seguito propagate non solo alla stanza ma persino al tetto. La casa è stata dichiarata inagibile. Sono stati salvati gli animali che si trovavano nel fienile.
V.Ca.