“DiVini Dintorni”, cin cin in centro città

“DiVini Dintorni”, cin cin in centro città
Altro 03 Ottobre 2015 ore 02:02

BIELLA - Il profumo e la resa di palato sono quelli dell’oro fermo o dalle millebollicine. La seconda edizione di “DiVini Dintorni” riporta il vino in strada, dopo la prima prova fatta lo scorso maggio. E che ha coinvolto otto negozi, otto vini,  l’inizio di via Italia e le strade limitrofe come location. 

Vino fa rima con companatico. Dunque, gli organizzatori - alcuni negozi del centro città - uniranno degustazioni ad assaggi. Ogni vino sarà accompagnato da una pietanza  preparata dal ristorante “Il Faggio” di Pollone. Tutt’attorno, i sorsi si alterneranno alle note del “Biella Jazz Club”, che animerà l’evento  con musica dal vivo. 

L’appuntamento, alla scoperta delle produzioni biellesi, è fissato per oggi, sabato 3 ottobre, dalle ore 18 alle 20. Come si articolerà l’itinerario, bicchiere del gusto alla mano? L’organizzazione ha predisposto per l’occasione una “Carta dei Vini”. Primo sorso da Officina Profumo di Santa Maria Novella, in via Italia 6, con un Galliano “Roccia Rossa”. Proseguendo ai civici 7 e 9, tappa da Minola, e cin cin a base di Corinna “La Prevostura” e Ciuèt “Pietro Cassina”, nebbiolo Doc. Da Shop Design, in via Volpi 6, assaggio di Rustia “Orsolani” e da Mondo Vino, via Gramsci 4, di Damatrà “Torraccia del Piantavigna”. Al Thanks di via Gustavo di Valdengo 1/c, bicchieri colmi di Orbello “Tenute Sella”. Piccola deviazione da Dimensione Luci, in via Colombo 4, per un Coste della Sesia Rosso “La Ronda”, quindi brindisi finale da Giovannaci, via Italia 14, con un Biondin “Maria Reda”.

G.B.  

BIELLA - Il profumo e la resa di palato sono quelli dell’oro fermo o dalle millebollicine. La seconda edizione di “DiVini Dintorni” riporta il vino in strada, dopo la prima prova fatta lo scorso maggio. E che ha coinvolto otto negozi, otto vini,  l’inizio di via Italia e le strade limitrofe come location. 

Vino fa rima con companatico. Dunque, gli organizzatori - alcuni negozi del centro città - uniranno degustazioni ad assaggi. Ogni vino sarà accompagnato da una pietanza  preparata dal ristorante “Il Faggio” di Pollone. Tutt’attorno, i sorsi si alterneranno alle note del “Biella Jazz Club”, che animerà l’evento  con musica dal vivo. 

L’appuntamento, alla scoperta delle produzioni biellesi, è fissato per oggi, sabato 3 ottobre, dalle ore 18 alle 20. Come si articolerà l’itinerario, bicchiere del gusto alla mano? L’organizzazione ha predisposto per l’occasione una “Carta dei Vini”. Primo sorso da Officina Profumo di Santa Maria Novella, in via Italia 6, con un Galliano “Roccia Rossa”. Proseguendo ai civici 7 e 9, tappa da Minola, e cin cin a base di Corinna “La Prevostura” e Ciuèt “Pietro Cassina”, nebbiolo Doc. Da Shop Design, in via Volpi 6, assaggio di Rustia “Orsolani” e da Mondo Vino, via Gramsci 4, di Damatrà “Torraccia del Piantavigna”. Al Thanks di via Gustavo di Valdengo 1/c, bicchieri colmi di Orbello “Tenute Sella”. Piccola deviazione da Dimensione Luci, in via Colombo 4, per un Coste della Sesia Rosso “La Ronda”, quindi brindisi finale da Giovannaci, via Italia 14, con un Biondin “Maria Reda”.

G.B.