Menu
Cerca

«Differenziata, puntiamo al 65%»

«Differenziata, puntiamo al 65%»
Altro 05 Novembre 2015 ore 01:57

ANDORNO MICCA – Un cambiamento forte, propedeutico ad un altro ancora più importante. Giovedì scorso, nella sede delle conferenze di Seab, i rappresentanti del Comune di Andorno Micca, con l’amministratore delegato di Seab, Silvio Belletti, hanno illustrato le novità sulla raccolta dei rifiuti che da marzo del prossimo anno verranno introdotte in paese. Si passerà infatti da un sistema di raccolta stradale, che sino ad oggi ha garantito una raccolta differenziata bassa, intorno al 28 per cento, ad un sistema di raccolta domiciliare. «In attesa – ha spiegato Belletti – del primo di gennaio del 2017 quando verrà introdotta, per volere dell’amministrazione, la tariffa puntuale. In pratica si pagherà ciò che non verrà differenziato in base a sistemi di pesatura del rifiuto indifferenziato». Una soluzione che già alcuni Comuni stanno adottando ma che mai nessuno aveva posto in essere in modo così veloce e perentorio. «Perché – ha spiegato il sindaco Davide Crovella, accompagnato dal suo vice Alberto Triverio e dall’assessore Massimo Calamita – siamo consci dell’importanza dell’ambiente e di dover giungere nel breve periodo sopra il 65 per cento di differenziata». I costi della distribuzione dei nuovi kit alle famiglie, sono di poco inferiori ai 40mila euro, ammortizzati dal cambio di contratto che da un anno ha visto Andorno passare dalla Sea alla Seab. 

E.P.

ANDORNO MICCA – Un cambiamento forte, propedeutico ad un altro ancora più importante. Giovedì scorso, nella sede delle conferenze di Seab, i rappresentanti del Comune di Andorno Micca, con l’amministratore delegato di Seab, Silvio Belletti, hanno illustrato le novità sulla raccolta dei rifiuti che da marzo del prossimo anno verranno introdotte in paese. Si passerà infatti da un sistema di raccolta stradale, che sino ad oggi ha garantito una raccolta differenziata bassa, intorno al 28 per cento, ad un sistema di raccolta domiciliare. «In attesa – ha spiegato Belletti – del primo di gennaio del 2017 quando verrà introdotta, per volere dell’amministrazione, la tariffa puntuale. In pratica si pagherà ciò che non verrà differenziato in base a sistemi di pesatura del rifiuto indifferenziato». Una soluzione che già alcuni Comuni stanno adottando ma che mai nessuno aveva posto in essere in modo così veloce e perentorio. «Perché – ha spiegato il sindaco Davide Crovella, accompagnato dal suo vice Alberto Triverio e dall’assessore Massimo Calamita – siamo consci dell’importanza dell’ambiente e di dover giungere nel breve periodo sopra il 65 per cento di differenziata». I costi della distribuzione dei nuovi kit alle famiglie, sono di poco inferiori ai 40mila euro, ammortizzati dal cambio di contratto che da un anno ha visto Andorno passare dalla Sea alla Seab. 

E.P.