Menu
Cerca

«Differenziare di più conviene a tutti»

«Differenziare di più conviene a tutti»
Altro 09 Marzo 2017 ore 19:54

CANDELO – Giacciono negli uffici comunali ancora numerosi ecocalendari non ritirati dai cittadini: «Invito tutti ad andarli a prendere» è l’appello del sindaco Mariella Biollino. L’ecocalendario è utile per conoscere le zone in cui è stato suddiviso il paese per la raccolta, i giorni, numeri di telefono per il ritiro degli ingombranti del verde e riporta anche consigli su come, cosa e dove smaltire i vari rifiuti. Uno strumento indispensabile ma che evidentemente per molti cittadini ancora non lo è. Ma sono in arrivo i controlli con le relative sanzioni.

Nel prossimo consiglio comunale infatti verrà esaminato il regolamento per introdurre la nuova figura dell’ispettore ambientale che avrà il compito di controllare che la raccolta differenziata sia effettuata correttamente, sono previste anche le multe per gli inadempienti.

Il sindaco Mariella Biollino ricorda che «da giugno è stata introdotta anche la raccolta domiciliare organico due volte la settimana. Prima era solo per i condomini e grandi utenze».

Proprio in quel periodo partì anche una decisa campagna di sensibilizzazione contro l’abbandono dei rifiuti con lo slogan “Chi abbandona i rifiuti è un ladro” (perchè svuota le tasche della collettività che paga per ripulire, ruba il tempo di chi controlla e rimette in ordine, saccheggia la buona immagine del paese) e rischia una sanzione da 105 a 26.000 euro. In contemporanea l’amministrazione comunale decise anche di fare la guerra a chi non raccoglie la cacca dei cani con lo slogan “Lui non può farlo da solo, chi raccoglie semina civiltà, porta sempre con te paletta e sacchetto”, ricordando che chi sporca rischia una sanzione che va da 25 a 500 euro.

Nel 2015 sono state raccolte 98,5 tonnellate di organico. Nel 2016 le tonnellate sono state 258,58 con una percentuale superiore al 30%. «Ma occorre ancora fare di più e meglio – spiega il sindaco -. Il costo dello smaltimento della indifferenziata è di gran lunga maggiore rispetto all’organico. Smaltire una tonnellata di organico costa euro 75,00, mentre una tonnellata di indifferenziata costa euro 108 oggi, forse domani potrebbe essere di 123 euro. Quindi più organico e meno rsu fanno la differenza».

Riduzione tariffa. Per incentivare i cittadini, nel prossimo bilancio di previsione 2017 la tariffa sarà ancora ridotta rispetto a quella applicata nel 2016 «ma occorre lavorare tutti insieme per migliorare ulteriormente la raccolta differenziata».

Dal 7 al 30 per cento. Occorre fare di più. «A giugno dello scorso anno quando siamo partiti eravamo intorno al sei, sette per cento, oggi, sei mesi dopo, siamo al 30, ma deve andare ancora meglio – si auspica Biollino -. Ma il senso civico delle persone è la base di tutto. Faccio un esempio qualche settimana fa davanti al palazzetto dello sport c’era un televisore ed altri oggetti ingombranti abbandonati, è chiaro che abbiamo fatto smaltire il tutto, ma la Seab poi fa pagare il costo al Comune e quindi a tutti i cittadini».

Doppio obiettivo. «Il nostro obiettivo è di arrivare a superare nel 2017 la percentuale del 40% di raccolta differenziata e nel contempo non aumentare la tariffa – afferma il sindaco -. Già lo scorso anno abbiamo diminuito il costo della tariffa del 6 per cento, stiamo facendo i calcoli per vedere di abbassarla anche nel 2017. Inoltre abbiamo anche attivato gli ammortizzatori sociali, come il fondo per chi non può o ha difficoltà a pagare».

Sante Tregnago

CANDELO – Giacciono negli uffici comunali ancora numerosi ecocalendari non ritirati dai cittadini: «Invito tutti ad andarli a prendere» è l’appello del sindaco Mariella Biollino. L’ecocalendario è utile per conoscere le zone in cui è stato suddiviso il paese per la raccolta, i giorni, numeri di telefono per il ritiro degli ingombranti del verde e riporta anche consigli su come, cosa e dove smaltire i vari rifiuti. Uno strumento indispensabile ma che evidentemente per molti cittadini ancora non lo è. Ma sono in arrivo i controlli con le relative sanzioni.

Nel prossimo consiglio comunale infatti verrà esaminato il regolamento per introdurre la nuova figura dell’ispettore ambientale che avrà il compito di controllare che la raccolta differenziata sia effettuata correttamente, sono previste anche le multe per gli inadempienti.

Il sindaco Mariella Biollino ricorda che «da giugno è stata introdotta anche la raccolta domiciliare organico due volte la settimana. Prima era solo per i condomini e grandi utenze».

Proprio in quel periodo partì anche una decisa campagna di sensibilizzazione contro l’abbandono dei rifiuti con lo slogan “Chi abbandona i rifiuti è un ladro” (perchè svuota le tasche della collettività che paga per ripulire, ruba il tempo di chi controlla e rimette in ordine, saccheggia la buona immagine del paese) e rischia una sanzione da 105 a 26.000 euro. In contemporanea l’amministrazione comunale decise anche di fare la guerra a chi non raccoglie la cacca dei cani con lo slogan “Lui non può farlo da solo, chi raccoglie semina civiltà, porta sempre con te paletta e sacchetto”, ricordando che chi sporca rischia una sanzione che va da 25 a 500 euro.

Nel 2015 sono state raccolte 98,5 tonnellate di organico. Nel 2016 le tonnellate sono state 258,58 con una percentuale superiore al 30%. «Ma occorre ancora fare di più e meglio – spiega il sindaco -. Il costo dello smaltimento della indifferenziata è di gran lunga maggiore rispetto all’organico. Smaltire una tonnellata di organico costa euro 75,00, mentre una tonnellata di indifferenziata costa euro 108 oggi, forse domani potrebbe essere di 123 euro. Quindi più organico e meno rsu fanno la differenza».

Riduzione tariffa. Per incentivare i cittadini, nel prossimo bilancio di previsione 2017 la tariffa sarà ancora ridotta rispetto a quella applicata nel 2016 «ma occorre lavorare tutti insieme per migliorare ulteriormente la raccolta differenziata».

Dal 7 al 30 per cento. Occorre fare di più. «A giugno dello scorso anno quando siamo partiti eravamo intorno al sei, sette per cento, oggi, sei mesi dopo, siamo al 30, ma deve andare ancora meglio – si auspica Biollino -. Ma il senso civico delle persone è la base di tutto. Faccio un esempio qualche settimana fa davanti al palazzetto dello sport c’era un televisore ed altri oggetti ingombranti abbandonati, è chiaro che abbiamo fatto smaltire il tutto, ma la Seab poi fa pagare il costo al Comune e quindi a tutti i cittadini».

Doppio obiettivo. «Il nostro obiettivo è di arrivare a superare nel 2017 la percentuale del 40% di raccolta differenziata e nel contempo non aumentare la tariffa – afferma il sindaco -. Già lo scorso anno abbiamo diminuito il costo della tariffa del 6 per cento, stiamo facendo i calcoli per vedere di abbassarla anche nel 2017. Inoltre abbiamo anche attivato gli ammortizzatori sociali, come il fondo per chi non può o ha difficoltà a pagare».

Sante Tregnago

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli