Da novembre biglietti del bus solo elettronici

Da novembre biglietti del bus solo elettronici
20 Ottobre 2017 ore 13:00

BIELLA – Da novembre anche Atap manderà in pensione i biglietti tradizionali dei bus. Dopo la piccola rivoluzione negli abbonamenti dei mesi scorsi, rimpiazzati dalle tessere Bip, ora tocca anche alle corse singole e ai carnet multipli essere sostituiti dai cosiddetti Cop, acronimo di “chip on paper”. Si tratta di biglietti in cartoncino, dotati però di circuiti elettronici in grado di essere letti dalle macchine obliteratrici. Saranno gli unici messi in vendita a partire dall’inizio di novembre per le seguenti tipologie: tariffa urbana (1,20 euro), corsa semplice extraurbana (da 1,50 a 8,70 euro), oltre che per i servizi in provincia di Vercelli, dall’urbano con il carnet 10 corse e il biglietto giornaliero al Telebus.
I vecchi biglietti potranno essere comunque utilizzati entro il 31 dicembre. Dal 1 novembre invece sulla tratta Biella-Milano i biglietti potranno essere acquistati unicamente a bordo senza sovrapprezzo.

BIELLA – Da novembre anche Atap manderà in pensione i biglietti tradizionali dei bus. Dopo la piccola rivoluzione negli abbonamenti dei mesi scorsi, rimpiazzati dalle tessere Bip, ora tocca anche alle corse singole e ai carnet multipli essere sostituiti dai cosiddetti Cop, acronimo di “chip on paper”. Si tratta di biglietti in cartoncino, dotati però di circuiti elettronici in grado di essere letti dalle macchine obliteratrici. Saranno gli unici messi in vendita a partire dall’inizio di novembre per le seguenti tipologie: tariffa urbana (1,20 euro), corsa semplice extraurbana (da 1,50 a 8,70 euro), oltre che per i servizi in provincia di Vercelli, dall’urbano con il carnet 10 corse e il biglietto giornaliero al Telebus.
I vecchi biglietti potranno essere comunque utilizzati entro il 31 dicembre. Dal 1 novembre invece sulla tratta Biella-Milano i biglietti potranno essere acquistati unicamente a bordo senza sovrapprezzo.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità