Menu
Cerca

Croce rossa, Piero Massara lascia la presidenza

Croce rossa, Piero Massara lascia la presidenza
Altro 10 Gennaio 2016 ore 09:41

E’ ufficiale: Piero Massara lascia la presidenza di Croce Rossa. Il suo ultimo giorno da leader sarà il 28 febbraio, quando si svolgeranno le elezioni per la nomina del suo successore e del nuovo consiglio. «Da tempo meditavo di ritirarmi - afferma Massara - Fare il presidente assorbe moltissime energie e io vorrei potermi dedicare alla famiglia. Fino ad oggi per una serie di vicissitudini non ho avuto la possibilità di dimettermi, sono contento di cedere il timone con elezioni democratiche».

Le elezioni. Si terranno, come detto, il 28 febbraio. Non solo a Biella, ma in tutt’Italia. Nel nostro distretto si voterà - oltre che per il presidente provinciale – anche per il leader dei comitati cittadini di Cossato (cui presidente ad oggi è Beppe Negri) e Cavaglià (cui presidente ora è Davide Tezzon). Sia Negri che Tezzon potrebbero essere nuovamente eletti.

Per ora c’è un’unica certezza: Massara non intende ricandidarsi. Chi lo sostituirà alla presidenza di Cri? I rumors sono tanti. In molti vorrebbero la “promozione ” del coordinatore dei volontari del soccorso, Stefano Falco, a presidente. «Stefano è bravissimo, eccezionale. E’ però dipendente di Croce Rossa e la nomina a presidente è riservata ai non dipendenti. Ci sono, comunque , dei possibili candidati: sono contento perché vuol dire che c’è interesse. Staremo a vedere...» .

Sh. C.

 

Leggi di più sull’Eco di Biella di sabato 9 gennaio 2015 

E’ ufficiale: Piero Massara lascia la presidenza di Croce Rossa. Il suo ultimo giorno da leader sarà il 28 febbraio, quando si svolgeranno le elezioni per la nomina del suo successore e del nuovo consiglio. «Da tempo meditavo di ritirarmi - afferma Massara - Fare il presidente assorbe moltissime energie e io vorrei potermi dedicare alla famiglia. Fino ad oggi per una serie di vicissitudini non ho avuto la possibilità di dimettermi, sono contento di cedere il timone con elezioni democratiche».

Le elezioni. Si terranno, come detto, il 28 febbraio. Non solo a Biella, ma in tutt’Italia. Nel nostro distretto si voterà - oltre che per il presidente provinciale – anche per il leader dei comitati cittadini di Cossato (cui presidente ad oggi è Beppe Negri) e Cavaglià (cui presidente ora è Davide Tezzon). Sia Negri che Tezzon potrebbero essere nuovamente eletti.

Per ora c’è un’unica certezza: Massara non intende ricandidarsi. Chi lo sostituirà alla presidenza di Cri? I rumors sono tanti. In molti vorrebbero la “promozione ” del coordinatore dei volontari del soccorso, Stefano Falco, a presidente. «Stefano è bravissimo, eccezionale. E’ però dipendente di Croce Rossa e la nomina a presidente è riservata ai non dipendenti. Ci sono, comunque , dei possibili candidati: sono contento perché vuol dire che c’è interesse. Staremo a vedere...» .

Sh. C.

 

Leggi di più sull’Eco di Biella di sabato 9 gennaio 2015