Menu
Cerca
SOLIDARIETà

Croce Rossa di Biella al fianco dei più fragili, è medaglia d'argento

Il riconoscimento arriva da una classifica stilata dal Comitato del Piemonte. Conteggiati 733 servizi in soli 4 mesi.

Croce Rossa di Biella al fianco dei più fragili, è medaglia d'argento
Biella Città, 16 Gennaio 2021 ore 07:00

Medaglia d'Argento per la Croce Rossa Italiana Comitato di Biella in Piemonte per i servizi svolti a supporto dei più fragili.

Il risultato

Ad annunciare il prestigioso riconoscimento, derivante da una classifica stilata dalla Croce Rossa Italiana Comitato Regionale del Piemonte, è la stessa Cri di Biella.

"Il nostro Comitato è in seconda posizione, dopo Verbania, per servizi svolti a supporto della popolazione più fragile tra tutti i Comitati della Regione Piemonte. Attraverso sia la consegna di pacchi solidali sia dei buoni spesa abbiamo effettuato in totale 733 servizi in soli 4 mesi!
Una classifica stilata da Croce Rossa Italiana - Comitato Regionale del Piemonte che, per ringraziarci del lavoro svolto, ci ha riconosciuto dei buoni carburante da utilizzare sui nostri mezzi, in modo da essere sempre più disponibili per tutti e su tutto il territorio.
Un immenso grazie va anche alla popolazione biellese per averci sostenuto in questo tempo della gentilezza".

Il progetto Biella Solidale

Il ringraziamento alla popolazione locale, da parte della Cri di Biella, deriva proprio dalle svariate occasioni che si sono concretizzate per aiutare Croce Rossa a portare avanti il progetto Biella Solidale. Solo pochi giorni fa, sono stati donati 30 pallet dall’azienda De Martini S.p.a. di Cerrione.

Il progetto è nato dalla sinergia tra Croce Rossa Italiana – Comitato di Biella, Consorzio socio assistenziale Iris, Comune di Biella, i club service Inner Wheel Biella Piazzo e Panathlon unitamente all’impegno di alcuni imprenditori biellesi. Un recapito telefonico (360.1092505) disponibile tutti i giorni dalle 10 alle 12 nell'ottica dell’ausilio di buoni spesa e/o pacchi alimentari, permette di perseguire l'obiettivo principale cioè quello di creare un rete solidale che sappia ascoltare le voci più deboli, offrire le soluzioni immediate e quelle permanenti.