Altro

Cri Cossato, un esercito di 300 volontari

Cri Cossato, un esercito di 300 volontari
Altro Grande Biella, 14 Agosto 2015 ore 09:27

COSSATO - Il comitato locale della Croce Rossa Italiana, che, da quasi 35 anni, svolge un  prezioso servizio alla popolazione, continua a crescere, potenziando le sue attività assistenziali.

«I volontari in servizio - spiega il presidente Giuseppe Negri – superano le 300 persone, sono di tutte le età: dai 15 agli oltre 70, ed operano nelle diverse attività di Croce Rossa. Il gruppo più numeroso è quello dei volontari e svolge, principalmente, attività di ambulanza (118 e servizi non urgenti). Inoltre, una parte di questi volontari si impegna, tutto l’anno, nell’organizzare eventi ed iniziative per raccolte fondi, finalizzate a progetti per il sostegno di persone socialmente disagiate. Ci sono poi i giovani, che comprende tutti i volontari al di sotto dei 32 anni,  che si occupano della promozione di cinque aree: salute, pace, servizio nella comunità, sviluppo e cooperazione internazionale. Infine, ci sono i soci ordinari, che non svolgono alcun tipi di servizio all’interno del comitato, ma lo sostengono economicamente, associandosi alla Croce Rossa. Tutti i volontari iscritti alla Croce Rossa di Cossato svolgono il loro operato gratuitamente».

Un  numero  verde unico per i servizi non urgenti. «In questi ultimi anni, è stato istituito un nuovo servizio: un numero verde unico per dare la priorità ai servizi non urgenti: per i trasporti per le visite, le terapie, i ricoveri e le dimissioni. Si tratta del n°. 800248248, che è in funzione 24 ore su 24 per prenotare questi servizi non  urgenti. E’ un progetto - prosegue Giuseppe Negri -  che mette in gioco tutte le nostre forze per poter dare un servizio migliore soprattutto a tutta la popolazione del Biellese Orientale». L’attività che viene svolta non è come, normalmente si pensa, solo effettuata con ambulanze in sirena (servizio che viene fatto in stretta collaborazione con la struttura 118), ma comprende una serie di servizi rivolti al sociale e non urgenti, come: visite, esami, trasferimenti, ricoveri, dimissioni, terapie, trasporti di persone da sottoporre, quotidianamente, ad emodialisi, visite agli anziani, consegne dei farmaci a domicilio, protezione civile, trasporto settimanale delle persone che devono recarsi al mercato, dal medico, in farmacia, e così via. La Croce Rossa, con i più giovani, svolge anche un’importante attività di prevenzione sulle malattie sessualmente trasmissibili, sull’alimentazione, sulla educazione stradale, sull’abuso delle sostanze alcooliche, ecc. 

«Un’altra figura importante e alla base di tutte le nostre attività - prosegue Negri - è l’operatore di centrale, figura professionale che opera sempre in secondo piano, ma è un indispensabile ‘’regista’’,  senza il quale tutto quello che facciamo non sarebbe possibile».  «Tutto quello che la Croce Rossa di Cossato, con i suoi volontari, riesce, ogni giorno, a svolgere (si pensi solo che, in una settimana, ci sono, mediamente, 200 persone che svolgono servizio) - fa  rilevare Giuseppe Negri - è merito dell’instancabile impegno dei nostri volontari, che, gratuitamente, in tutti i giorni dell’anno, 24 ore su 24, offrono il loro tempo libero e - come fa ancora notare Negri - la Croce Rossa di Cossato ha l’onore non solo di avere 300 volontari in sede, ma altrettanti, se non di più, a casa, che sono i loro famigliari, che permettono che tutto questo possa essere possibile».  

Franco Graziola

COSSATO - Il comitato locale della Croce Rossa Italiana, che, da quasi 35 anni, svolge un  prezioso servizio alla popolazione, continua a crescere, potenziando le sue attività assistenziali.

«I volontari in servizio - spiega il presidente Giuseppe Negri – superano le 300 persone, sono di tutte le età: dai 15 agli oltre 70, ed operano nelle diverse attività di Croce Rossa. Il gruppo più numeroso è quello dei volontari e svolge, principalmente, attività di ambulanza (118 e servizi non urgenti). Inoltre, una parte di questi volontari si impegna, tutto l’anno, nell’organizzare eventi ed iniziative per raccolte fondi, finalizzate a progetti per il sostegno di persone socialmente disagiate. Ci sono poi i giovani, che comprende tutti i volontari al di sotto dei 32 anni,  che si occupano della promozione di cinque aree: salute, pace, servizio nella comunità, sviluppo e cooperazione internazionale. Infine, ci sono i soci ordinari, che non svolgono alcun tipi di servizio all’interno del comitato, ma lo sostengono economicamente, associandosi alla Croce Rossa. Tutti i volontari iscritti alla Croce Rossa di Cossato svolgono il loro operato gratuitamente».

Un  numero  verde unico per i servizi non urgenti. «In questi ultimi anni, è stato istituito un nuovo servizio: un numero verde unico per dare la priorità ai servizi non urgenti: per i trasporti per le visite, le terapie, i ricoveri e le dimissioni. Si tratta del n°. 800248248, che è in funzione 24 ore su 24 per prenotare questi servizi non  urgenti. E’ un progetto - prosegue Giuseppe Negri -  che mette in gioco tutte le nostre forze per poter dare un servizio migliore soprattutto a tutta la popolazione del Biellese Orientale». L’attività che viene svolta non è come, normalmente si pensa, solo effettuata con ambulanze in sirena (servizio che viene fatto in stretta collaborazione con la struttura 118), ma comprende una serie di servizi rivolti al sociale e non urgenti, come: visite, esami, trasferimenti, ricoveri, dimissioni, terapie, trasporti di persone da sottoporre, quotidianamente, ad emodialisi, visite agli anziani, consegne dei farmaci a domicilio, protezione civile, trasporto settimanale delle persone che devono recarsi al mercato, dal medico, in farmacia, e così via. La Croce Rossa, con i più giovani, svolge anche un’importante attività di prevenzione sulle malattie sessualmente trasmissibili, sull’alimentazione, sulla educazione stradale, sull’abuso delle sostanze alcooliche, ecc. 

«Un’altra figura importante e alla base di tutte le nostre attività - prosegue Negri - è l’operatore di centrale, figura professionale che opera sempre in secondo piano, ma è un indispensabile ‘’regista’’,  senza il quale tutto quello che facciamo non sarebbe possibile».  «Tutto quello che la Croce Rossa di Cossato, con i suoi volontari, riesce, ogni giorno, a svolgere (si pensi solo che, in una settimana, ci sono, mediamente, 200 persone che svolgono servizio) - fa  rilevare Giuseppe Negri - è merito dell’instancabile impegno dei nostri volontari, che, gratuitamente, in tutti i giorni dell’anno, 24 ore su 24, offrono il loro tempo libero e - come fa ancora notare Negri - la Croce Rossa di Cossato ha l’onore non solo di avere 300 volontari in sede, ma altrettanti, se non di più, a casa, che sono i loro famigliari, che permettono che tutto questo possa essere possibile».  

Franco Graziola

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter