Cossato, supermercato al posto dell’ex Tricot 5

Cossato, supermercato al posto dell’ex Tricot 5
23 Febbraio 2017 ore 12:32

COSSATO – Forse qualcosa si sta muovendo per quanto riguarda il recupero dell’area che si trova, dopo la rotonda, quasi all’inizio di via Mazzini, sul lato nord, dove c’era, fino ad una ventina d’anni fa, la ‘’Tricot 5’’,un’azienda di maglieria assai conosciuta, che si era trasferita in un’altra località del Biellese.

Di recente, sono circolate delle voci, in città, secondo le quali ci sarebbe un interesse a realizzare un supermercato in quell’area, coinvolgendo, però, anche un vicino capannone artigianale e l’ex dancing “Caravel’’, che si affaccia lungo via Matteotti.

«Era venuta, tempo fa, una persona a trovarmi nel mio ufficio e mi aveva detto, in forma del tutto riservata, che voleva realizzare un complesso unico – rivela il sindaco Claudio Corradino –. Sembra che qualcosa si stia muovendo. Resta da vedere se si passerà al concreto o se la cosa resterà solo a livello di intenzioni. Ultimamente, un po’ dovunque, infatti, si costruiscono più soltanto dei supermercati. Non è certo il massimo, ma se non altro si darà un po’ di lavoro a qualche giovane disoccupato…».

Frattanto, in questi giorni, per conto dell’imprenditore Borsetti, proprietario dell’immobile ex ‘’Tricot 5’’, sono iniziati dei lavori di sistemazione del tetto, in quanto, da un paio d’anni, sembra che ci siano stati dei crolli all’interno dovuti a delle infiltrazioni d’acqua piovana che metterebbero a rischio le costruzioni vicine.

Anche all’esterno, lungo la centralissima via Mazzini, i muri sono piuttosto brutti da vedere e piuttosto scrostati, per cui potrebbero essere pericolosi per chi transita lungo il marciapiede.

Franco Graziola

Leggi di più sull’Eco di Biella di giovedì 23 febbraio 2017

COSSATO – Forse qualcosa si sta muovendo per quanto riguarda il recupero dell’area che si trova, dopo la rotonda, quasi all’inizio di via Mazzini, sul lato nord, dove c’era, fino ad una ventina d’anni fa, la ‘’Tricot 5’’,un’azienda di maglieria assai conosciuta, che si era trasferita in un’altra località del Biellese.

Di recente, sono circolate delle voci, in città, secondo le quali ci sarebbe un interesse a realizzare un supermercato in quell’area, coinvolgendo, però, anche un vicino capannone artigianale e l’ex dancing “Caravel’’, che si affaccia lungo via Matteotti.

«Era venuta, tempo fa, una persona a trovarmi nel mio ufficio e mi aveva detto, in forma del tutto riservata, che voleva realizzare un complesso unico – rivela il sindaco Claudio Corradino –. Sembra che qualcosa si stia muovendo. Resta da vedere se si passerà al concreto o se la cosa resterà solo a livello di intenzioni. Ultimamente, un po’ dovunque, infatti, si costruiscono più soltanto dei supermercati. Non è certo il massimo, ma se non altro si darà un po’ di lavoro a qualche giovane disoccupato…».

Frattanto, in questi giorni, per conto dell’imprenditore Borsetti, proprietario dell’immobile ex ‘’Tricot 5’’, sono iniziati dei lavori di sistemazione del tetto, in quanto, da un paio d’anni, sembra che ci siano stati dei crolli all’interno dovuti a delle infiltrazioni d’acqua piovana che metterebbero a rischio le costruzioni vicine.

Anche all’esterno, lungo la centralissima via Mazzini, i muri sono piuttosto brutti da vedere e piuttosto scrostati, per cui potrebbero essere pericolosi per chi transita lungo il marciapiede.

Franco Graziola

Leggi di più sull’Eco di Biella di giovedì 23 febbraio 2017

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno