Cossato senza luminarie per Natale

Cossato senza luminarie per Natale
Altro 10 Novembre 2016 ore 15:09

COSSATO - Il centro cittadino, durante tutto il periodo che precede le festività natalizie, per la prima volta, da alcuni decenni, sarà completamente privo delle ‘’luminarie collettive’’. L’hanno deciso, i commercianti locali, nel corso di un’apposita assemblea, convocata dalla associazione ‘’Cossatoshop’’.

Lo spiega la presidente Ilaria Monteferrario: «In pochi avrebbero aderito, com’è accaduto, soprattutto in questi ultimi anni, all’iniziativa delle luminarie collettive in centro città. Questi pochi, essendo sempre i soliti, si sono, comprensibilmente, stancati di pagare per tutti».

In più, c’è un altro motivo più che importante: «Lo scorso anno, non abbiamo ricevuto alcun tipo di contributo che coprisse, anche in parte, le spese per gestire le luminarie. La rendicontazione di queste non ha avuto alcun esito. Tutte le vie, come via del Mercato, hanno pagato di tasca loro l’acquisto delle luminarie, l’installazione e lo smontaggio, nonché il costo della luce elettrica, dal momento che le fila di luci erano collegate a delle prese esterne delle attività».

Zero contributi. Il fatto che il Comune, tramite l’assessore alle attività economiche Sonia Borin, abbia annunciato che, anche quest’anno, non intenda erogare alcun contributo all’associazione Cossatoshop, ha indotto gli operatori commerciali, a prendere un’assai sofferta decisione: di non installare, da quest’anno, le luminarie natalizie lungo le vie del centro cittadine.

Le altre iniziative. «Da giovedì 8 dicembre, i negozi potranno restare aperti fino a Natale - annuncia Ilaria Monteferrario -. Domenica 11, è in programma una gara podistica con le scuole. Domenica 18, invece, con le ‘’Associazioni Unite Cossato’’, che avevano organizzato, a fine settembre, quella cena a favore dei terremotati, raccogliendo ben 12 mila euro, lungo via Mazzini (dalla Cartolibreria Di Pietro al ponte), nel primo tratto di via Martiri Libertà ed in via La Marmora, avranno luogo numerose iniziative, con attrazioni culturali, musicali, ricreative e gastronomiche, dalle 10 alle 17, con quelle vie chiuse al traffico veicolare. Altre iniziative si terranno ancora la vigilia di Natale, che sono attualmente allo studio».

Iniziative collaterali. Sabato 10, in concomitanza con il tradizionale mercatino di Natale, organizzato dal Comune, che si svolgerà in piazza Angiono ed in piazza Chiesa, dove ci sarà anche la bancarella pro Telethon, a cura della Pro Loco di Cossato, che poi proseguirà anche il giorno seguente.

Inoltre, la Pro Loco, sempre pro Telethon, sabato 17, al mercato coperto, e domenica 18, in piazza della Chiesa, raccoglierà altre offerte per prevenire e combattere la distrofia muscolare ed altre malattie genetiche. Domenica 18, al teatro comunale, alle 21, ci sarà un concerto di Natale, tenuto dalla scuola di musica ‘’Sonòria’’ e dall’Istituto Civico Musicale. Infine, giovedì 29, ancora a teatro, la Filarmonica Cossatese, diretta dal maestro Massimo Folli, terrà il tradizionale ‘’concerto degli auguri’’ ad ingresso libero.

Franco Graziola

COSSATO - Il centro cittadino, durante tutto il periodo che precede le festività natalizie, per la prima volta, da alcuni decenni, sarà completamente privo delle ‘’luminarie collettive’’. L’hanno deciso, i commercianti locali, nel corso di un’apposita assemblea, convocata dalla associazione ‘’Cossatoshop’’.

Lo spiega la presidente Ilaria Monteferrario: «In pochi avrebbero aderito, com’è accaduto, soprattutto in questi ultimi anni, all’iniziativa delle luminarie collettive in centro città. Questi pochi, essendo sempre i soliti, si sono, comprensibilmente, stancati di pagare per tutti».

In più, c’è un altro motivo più che importante: «Lo scorso anno, non abbiamo ricevuto alcun tipo di contributo che coprisse, anche in parte, le spese per gestire le luminarie. La rendicontazione di queste non ha avuto alcun esito. Tutte le vie, come via del Mercato, hanno pagato di tasca loro l’acquisto delle luminarie, l’installazione e lo smontaggio, nonché il costo della luce elettrica, dal momento che le fila di luci erano collegate a delle prese esterne delle attività».

Zero contributi. Il fatto che il Comune, tramite l’assessore alle attività economiche Sonia Borin, abbia annunciato che, anche quest’anno, non intenda erogare alcun contributo all’associazione Cossatoshop, ha indotto gli operatori commerciali, a prendere un’assai sofferta decisione: di non installare, da quest’anno, le luminarie natalizie lungo le vie del centro cittadine.

Le altre iniziative. «Da giovedì 8 dicembre, i negozi potranno restare aperti fino a Natale - annuncia Ilaria Monteferrario -. Domenica 11, è in programma una gara podistica con le scuole. Domenica 18, invece, con le ‘’Associazioni Unite Cossato’’, che avevano organizzato, a fine settembre, quella cena a favore dei terremotati, raccogliendo ben 12 mila euro, lungo via Mazzini (dalla Cartolibreria Di Pietro al ponte), nel primo tratto di via Martiri Libertà ed in via La Marmora, avranno luogo numerose iniziative, con attrazioni culturali, musicali, ricreative e gastronomiche, dalle 10 alle 17, con quelle vie chiuse al traffico veicolare. Altre iniziative si terranno ancora la vigilia di Natale, che sono attualmente allo studio».

Iniziative collaterali. Sabato 10, in concomitanza con il tradizionale mercatino di Natale, organizzato dal Comune, che si svolgerà in piazza Angiono ed in piazza Chiesa, dove ci sarà anche la bancarella pro Telethon, a cura della Pro Loco di Cossato, che poi proseguirà anche il giorno seguente.

Inoltre, la Pro Loco, sempre pro Telethon, sabato 17, al mercato coperto, e domenica 18, in piazza della Chiesa, raccoglierà altre offerte per prevenire e combattere la distrofia muscolare ed altre malattie genetiche. Domenica 18, al teatro comunale, alle 21, ci sarà un concerto di Natale, tenuto dalla scuola di musica ‘’Sonòria’’ e dall’Istituto Civico Musicale. Infine, giovedì 29, ancora a teatro, la Filarmonica Cossatese, diretta dal maestro Massimo Folli, terrà il tradizionale ‘’concerto degli auguri’’ ad ingresso libero.

Franco Graziola