Altro

Cossato sarà fiorita

Cossato sarà fiorita
Altro 22 Maggio 2012 ore 20:31

Il Comune ha bandito la terza edizione del concorso deidicato ai “balconi fioriti”, la cui iscrizione è gratuita. «Tutti sono invitati a partecipare - spiega l’assessore alle attività economiche Sonia Borin -. Per farlo, è sufficiente inviare al Comune tre immagini del proprio balcone o dell’angolo del giardino, abbellito con piante ornamentali e fiori, assieme al modulo di partecipazione, che si ritira e si riconsegna all’Urp di piazza Angiono 14, a Cossato, o  a mezzo posta elettronica: ambiente@comune.cossato.bi.it  Ci sarà tempo fino a metà del mese di luglio per iscriversi, inviando almeno tre fotografie, che non saranno restituite. Se non si raggiungeranno almeno 18 adesioni, il concorso non sarà attivato. La giuria selezionerà i quattro scatti più belli e poi andrà sul posto per vedere la fioritura. Soltanto allora, sarà designato il vincitore del concorso».

Novità. Rispetto alle scorse edizioni, ci sarà un criterio di valutazione in più. Lo spiega l’assessore Borin:  «Infatti, oltre alla combinazione cromatica dei fiori e delle piante (con in palio, un massimo di 5 punti), all’originalità della creazione (massimo 4 punti), all’inserimento armonico delle piante fiorite nel contesto urbano (massimo 3 punti) ed alla cura della composizione e bellezza del risultato finale (massimo 4 punti), ne è stata inserita un’altra relativa alla semplicità della composizione, con in palio ulteriori 3 punti. Ai primi 4 classificati verranno attribuiti premi, che saranno resi noti tramite il sito Internet del Comune e la data della premiazione comunicata agli interessati, telefonicamente, dagli uffici comunali competenti». Poi,  l’assessore così commenta: «Sarebbe bello, nonché segno di un inizio di cambiamento della nostra cultura dell’accogliere: ad oggi, non siamo abituati a fiorire le nostre città, ma ci piace, quando andiamo a visitarne alcune e troviamo i balconi fioriti, tenuti bene, insomma quando veniamo accolti in modo allegro e simpatico in una città. Anche noi a Cossato dobbiamo, piano piano, imparare questa filosofia: come sarebbe l’ingresso in città con la via Mazzini ricca di balconcini colorati? Non sarebbe bellissimo? E passeggiare per il centro non diventerebbe più accogliente? Speriamo che i nostri concittadini vogliano cogliere questo messaggio dell’amministrazione: in un periodo difficile, tutto può aiutare, anche solo a cambiare o migliorare il morale dei cittadini, cosa di cui, oggi, c’è un gran bisogno».