Menu
Cerca

Cossato dall’Unità alla Liberazione

Altro 06 Dicembre 2010 ore 15:18

(4 dic ) Prendono il via le iniziative per le celebrazioni per il 150° dell’Unità d’Italia. «In vista della ricorrenza, – commenta l’assessore alla scuola ed alla cultura del Comune di Cossato, Pier Ercole Colombo – ho incontrato il presidente locale dell’Anpi Cossato-Vallestrona Elio Panozzo. E’ stato indetto un concorso rivolto ai tre ordini di scuola e la presentazione degli elaborati è prevista in occasione della cerimonia del XXV Aprile. I bambini ed i ragazzi delle scuole saranno impegnati nella elaborazione dei lavori che parteciperanno al concorso, dal titolo: “Dall’Unità d’Italia alla Liberazione”». Prendono il via le iniziative per le celebrazioni per il 150° dell’Unità d’Italia. «In vista della ricorrenza, – commenta l’assessore alla scuola ed alla cultura del Comune di Cossato, Pier Ercole Colombo – ho incontrato il presidente locale dell’Anpi Cossato-Vallestrona Elio Panozzo. E’ stato indetto un concorso rivolto ai tre ordini di scuola e la presentazione degli elaborati è prevista in occasione della cerimonia del XXV Aprile. I bambini ed i ragazzi delle scuole saranno impegnati nella elaborazione dei lavori che parteciperanno al concorso, dal titolo: “Dall’Unità d’Italia alla Liberazione”». «Quest’anno, oltre alle medie, anche gli alunni delle elementari saranno chiamati a partecipare, scattando delle fotografie delle vie e delle piazze cossatesi, la cui denominazione ricorda fatti e personaggi storici dell’Unità d’Italia» aggiunge Colombo. Si propone, infatti, un lavoro interdisciplinare tra: storia, letteratura, pittura, musica, che avranno per tema i personaggi, le battaglie, le divise, le bandiere, i racconti, le poesie e tutto quello che, liberamente, potrà essere scelto per rievocare il periodo del Risorgimento. Le occasioni, non mancano; per quanto riguarda l’Unità d’Italia, ad esempio, ci sono: le vie Lamarmora, Battisti, Amendola, Matteotti, Garibaldi, Gramsci, Sella e Mazzini e piazza Cavour. Gli studenti del Liceo Scientifico e del Liceo Socio-psico-pedagogico saranno, invece, chiamati ad occuparsi della Resistenza, scattando delle immagini sulle vie e piazze intitolate ai partigiani: Imer Zona, Ermanno Angiono, Remo Pella, Pier Maffei, Edis Valle, Elvo Tempia, e così via, fino ad arrivare alle vie Martiri della Libertà, Partigiani e XXV Aprile. «Il lavoro fotografico – aggiunge l’assessore – sarà coordinato dai docenti. Inoltre, il gruppo “Fotoart’’ha dato la sua disponibilità a collaborare. Dei loro associati saranno disponibili ad affiancare i bambini ed i ragazzi per aiutarli a scattare le foto. I premi messi in palio saranno: la classe vincitrice per il miglior lavoro eseguito dalle elementari, quella per le scuole medie di primo grado, una classe vincitrice per il Liceo Scientifico ed una classe vincitrice per il Liceo Socio-psico-pedagogico. Il premio, messo a disposizione dal Comune e dall’Anpi, consisterà nel trasporto gratuito dei ragazzi per visitare il Museo Nazionale del Risorgimento Italiano di Torino e/o altri musei. Inoltre, soltanto per Cossato, saranno premiati: uno studente del Liceo Scientifico ed uno del Liceo Socio-psico-pedagogico con un buono di acquisto libri». L’Anpi Cossato-Vallestrona ha esteso, con il patrocinio del Comune di Cossato, il concorso agli studenti delle medie e superiori del Biellese Orientale. I ragazzi delle medie, come quelli di Cossato, si occuperanno del 150° dell’Unità d’Italia e quelli delle superiori della Resistenza. Gli elaborati verranno premiati venerdì 15 aprile, al teatro civico.

4 dicembre 2010