“Così ho trovato il corpo del pensionato nell’Oropa”

Parla il fotografo amatoriale che ha consentito di risolvere il giallo.

“Così ho trovato il corpo del pensionato nell’Oropa”
17 Febbraio 2019 ore 21:34

“Così ho trovato il corpo del pensionato nell’Oropa”.

Autopsia?

Parla il fotografo amatoriale che ha trovato sabato alle 16 in una lama del torrente Oropa il cadavere di Giorgio Montin, 63 anni, di Cossila San Giovanni, scomparo da casa il 10 dicembre scorso. Ora si sa che il pensionato non ne aveva percorsa molta di strada. Disgrazia? Suicidio? Altro? Sarà forse l’autopsia a chiarilo. Chi ha bisogno d’affetto è ora la figlia del pensionato, Marianna, 23 anni, rimasta orfana di madre e padre.

Il fotografo

E’ stato Diego Colla (nella foto), quarantenne fotografo dilettante di Ponderano, a notare il cadavere del pensionato in mezzo alla lama, con la folta chioma grigia che emergeva dall’acqua, con il livello decisamente più basso in questo periodo per colpa della prolungata siccità. Si trovava forse in quella posizione sin dal principio, da quel 10 dicembre scorso, quando era scomparso nel nulla. A casa era rimasto solo il telefono cellulare. In giro, nei cassetti, sopra ai mobili, nessun messaggio che potesse spiegare quella misteriosa scomparsa.

La lama della Passerella

«Conosco bene quella zona – racconta Colla -. Sabato ci sono andato da solo per provare un particolare filtro per le lunghe esposizioni. Ho parcheggiato la macchina lungo la strada che sale alla Valle, poi ho attraversato la passerella e ho percorso il tratto del sentiero di cemento lungo il quale si raggiunge una chiusa. Cercavo un tratto di torrente con acqua mossa. Ho così raggiunto la lama più sotto che non si vede dalla strada e dal sentiero, dove si tuffa una piccola cascata…».

Uno shock

Per il fotografo è stato un vero shock quando, in mezzo alla lama, ha notato il corpo del pensionato. «Non sarà facile dimenticare quella scena – spiega Diego Colla -. Il cadavere era in mezzo, a circa quattro metri dalla riva, con i piedi sul fondo, evidentemente incastrati tra le pietre. E’ stata per me una scena terribile…». E’ così scattato l’allarm.

IL SERVIZIO COMPLETO LO POTRETE LEGGERE DOMATTINA SU ECO DI BIELL AIN EDICOLA

 

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità