Confermati i nove tratti in cui è vietata la pesca

Confermati i nove tratti in cui è vietata la pesca
14 Gennaio 2015 ore 12:49

E’ stato confermato nei giorni scorsi, con un decreto del presidente della Provincia Emanuele Ramella Pralungo, l’elenco delle zone nelle quali è vietata la pesca. Un elenco che, salvo una lieve modifica nell’indicazione di un tratto, di fatto ricalca l’elenco già stilato dal commissario provinciale, e la cui validità è stata estesa ai prossimi 2 anni, con scadenza al tramonto dell’ultimo sabato di febbraio 2017.

Elenco.  Qui di seguito l’elenco dei tratti a divieto totale di pesca. In comune di  Donato, sul Rio del Fornetto, dalla confluenza con il Torrente Viona fino alle sorgenti; a Graglia, sul torrente Janca, da 200 m a monte del ponte del Tracciolino di Oropa a 300 m a valle fino alla confluenza del Rio Baracon; a Sordevolo, sul torrente Elvo, da 300 m a monte a 300 m a valle del Ponte dell’Elvo al Tracciolino di Oropa; a  Biella, sul torrente Oremo, dal ponte della SP confluenza Rio Ponteggia al ponte della SS 338;  a Sagliano Micca, sul Rio Morezza da località Usciso fino a Cascina Sciura; a Piedicavallo, sul  Rio Urialet tutto il corso; a Callabiana e Camandona, tratto del Torrente Strona nei Comuni di Callabiana e Camandona dal ponte della SP 105 alla confluenza con il Rio dei Nousarei ed in Comune di Camandona, sul Rio delle Oche dal ponte sulla strada comunale in prossimità della frazione Molino fino al raggiungimento della confluenza con il torrente Strona; a Coggiola, sul Rio Furà, dalla confluenza con il torrente Sessera fino alle sorgenti; a Crevacuore, sul rio Caneglio nel tratto compreso tra la confluenza del torrente Sessera e il ponte sulla SP 200 – Via Garibaldi.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità