Menu
Cerca

Con “Selvatica” alla Trappa

Con “Selvatica” alla Trappa
Altro 26 Marzo 2016 ore 20:34

La Trappa di Sordevolo esce dal “letargo ” invernale il giorno di Pasquetta e riapre ai visitatori. Costruito nella seconda metà del Settecento, l’edificio deve il suo nome a una congregazione di monaci trappisti che lo abitarono tra il 1796 e il 1802.

Incompiuta e abbandonata per due secoli, la Trappa è un grande vuoto da riabitare, uno spazio d’incontro delle differenze e un luogo aperto dove partecipare alla costruzione di un bene comune.

Il primo appuntamento, il Lunedì dell’Angelo, sarà un pranzo (ore 12.30) che porterà in tavola semplici piatti realizzati con le erbe, i formaggi e le ricette della tradizione locale. Prezzi: adulti 18 euro, bambini fino a 12 anni 12 euro; prenotazione consigliata al 348-2703135. La Trappa resterà poi aperta e visitabile tutte le domeniche e i festivi, con possibilità di effettuare visite guidate, di usufruire dei servizi di ristoro e di pernottare nei venticinque posti letto (per informazioni , telefonare al 349- 3269048).

Nel corso della stagione 2016 la struttura (che dal 1998 fa parte dell’Ecomuseo Valle Elvo e Serra) aprirà inoltre le porte per ospitare laboratori musicali, di pittura, dedicati alle piante officinali e alle tecniche di costruzione, ma anche una mostra legata a “Selvatica”.

Lara Bertolazzi

La Trappa di Sordevolo esce dal “letargo ” invernale il giorno di Pasquetta e riapre ai visitatori. Costruito nella seconda metà del Settecento, l’edificio deve il suo nome a una congregazione di monaci trappisti che lo abitarono tra il 1796 e il 1802.

Incompiuta e abbandonata per due secoli, la Trappa è un grande vuoto da riabitare, uno spazio d’incontro delle differenze e un luogo aperto dove partecipare alla costruzione di un bene comune.

Il primo appuntamento, il Lunedì dell’Angelo, sarà un pranzo (ore 12.30) che porterà in tavola semplici piatti realizzati con le erbe, i formaggi e le ricette della tradizione locale. Prezzi: adulti 18 euro, bambini fino a 12 anni 12 euro; prenotazione consigliata al 348-2703135. La Trappa resterà poi aperta e visitabile tutte le domeniche e i festivi, con possibilità di effettuare visite guidate, di usufruire dei servizi di ristoro e di pernottare nei venticinque posti letto (per informazioni , telefonare al 349- 3269048).

Nel corso della stagione 2016 la struttura (che dal 1998 fa parte dell’Ecomuseo Valle Elvo e Serra) aprirà inoltre le porte per ospitare laboratori musicali, di pittura, dedicati alle piante officinali e alle tecniche di costruzione, ma anche una mostra legata a “Selvatica”.

Lara Bertolazzi