«Chiavazza abbandonata dal Comune»

«Chiavazza abbandonata dal Comune»
Altro 16 Giugno 2016 ore 13:22

BIELLA - Il parco di Alice, uno degli spazi più belli a livello di verde pubblico presenti in città, sta ormai cadendo a pezzi. E i volontari che ogni giorno cercano di curare il giardino del quartiere di Chiavazza ora partono all’attacco dell’amministrazione. «Perché - racconta Nicolò Chiola - che da tempo, insieme al padre e ad altre persone del rione si occupa della manutenzione del giardino - il Comune non ci considera. Abbiamo chiesto più volte a Palazzo Oropa l’intervento dei tecnici per sistemare le varie criticità che abbiamo riscontrato. E parliamo delle piante pericolanti, delle staccionate ormai danneggiate, delle tegole del dehor che rischiano di cadere. Fare manutenzione significa ridurre i rischi per i tanti cittadini che frequentano il parco». Dal Comune, ad oggi, però, nessuna notizia. «Vorremmo che il sindaco Marco Cavicchioli - dice Chiola - venisse a fare un giro nel polmone verde della città, per rendersi conto della situazione. Non è giusto girare per i quartieri solamente in campagna elettorale. Noi non chiediamo soldi, solo manutenzione».
Enzo Panelli

BIELLA - Il parco di Alice, uno degli spazi più belli a livello di verde pubblico presenti in città, sta ormai cadendo a pezzi. E i volontari che ogni giorno cercano di curare il giardino del quartiere di Chiavazza ora partono all’attacco dell’amministrazione. «Perché - racconta Nicolò Chiola - che da tempo, insieme al padre e ad altre persone del rione si occupa della manutenzione del giardino - il Comune non ci considera. Abbiamo chiesto più volte a Palazzo Oropa l’intervento dei tecnici per sistemare le varie criticità che abbiamo riscontrato. E parliamo delle piante pericolanti, delle staccionate ormai danneggiate, delle tegole del dehor che rischiano di cadere. Fare manutenzione significa ridurre i rischi per i tanti cittadini che frequentano il parco». Dal Comune, ad oggi, però, nessuna notizia. «Vorremmo che il sindaco Marco Cavicchioli - dice Chiola - venisse a fare un giro nel polmone verde della città, per rendersi conto della situazione. Non è giusto girare per i quartieri solamente in campagna elettorale. Noi non chiediamo soldi, solo manutenzione».
Enzo Panelli