Campione italiano a 13 anni

Campione italiano a 13 anni
Altro 13 Giugno 2014 ore 15:12

Non è passato poi molto tempo da quando la marcia alpina è diventata il suo pane quotidiano. Un paio d’anni, sì e no. Eppure, il piccolo ma ardito Gabriele Nicola ha già dimostrato a tutti che in questo sport fatto non solo di gambe e fiato, ma anche di testa e concentrazione, lui ci sa fare davvero. Tredici anni che diventeranno quattordici il prossimo 2 novembre, studente di terza media a Pray, Gabriele da poco più di una settimana è diventato il nuovo motivo di orgoglio e gioia del Gruppo sportivo Genzianella, il sodalizio di Viera che da decenni è un’istituzione della marcia alpina nazionale. “Benedetto” anche dalle lodi del presidente Giovanni Perino, la giovanissima promessa, che vive a Pienceri Alto con i genitori e il fratello Francesco, è stata infatti incoronata campione italiano della categoria Cadetti. Ma, “chicca” di non poco conto,  con ben una gara di anticipo: segno di un percorso che per tutto il campionato si è distinto senza sbavature.

La notizia della conquista del titolo, ufficializzata dalla federazione con la pubblicazione delle classifiche aggiornate dopo tre prove su quattro del campionato nazionale, ha reso felice tutto il Gruppo sportivo vierese, già “padrino” di un’altra stella della marcia alpina italiana: la pluricampionessa nazionale Sonia Catella. Mauro Perino, figlio del presidente Giovanni e responsabile del settore marcia del Gruppo, spiega che  quello di Gabriele non è un successo improvvisato: «L'anno scorso - racconta - al primo anno di attività ha conquistato il titolo di campione piemontese nella categoria Cadetti. Un titolo che quest’anno è sulla via della riconferma, in aggiunta al già matematicamente conquistato titolo italiano di categoria». Insomma, una  “marcia” verso l’alto, quella di questo ragazzo sfornato dal settore atletica del Gs Ermenegildo Zegna e solo da un paio d’anni tinto del blu vierese. «Sono risultati quasi sorprendenti per un giovane che pratica da poco tempo questo sport», conclude Perino. Che con tutto il Gruppo dei “genzianelli” ha dedicato  al giovanissimo pupillo, tramite Facebook, un messaggio di complimenti. E di auspici a  proseguire sulla già blasonatissima scia tracciata dal Gruppo sportivo nel corso degli anni.