“Bolle di Malto”, 4mila presenze (FOTOGALLERY)

“Bolle di Malto”, 4mila presenze (FOTOGALLERY)
Altro 31 Agosto 2015 ore 18:02

BIELLA – È andata a tutta birra, la rassegna di micro-birrifici che la Pro loco di Biella Valle Oropa ha organizzato sabato, in piazza Cisterna al Piazzo. Il detto calza, dal momento che l’evento, battezzato “Bolle di Malto”, era dedicato proprio alla birra, ma soprattutto perché l’iniziativa ha incuriosito e coinvolto ben 4mila persone. 

Un numero inaspettato, che ha piacevolmente sorpreso gli organizzatori, trovatisi impreparati di fronte a un’imponente risposta da parte del pubblico. «Non ci potevo credere», commenta la presidente della Pro loco, Marta Florio. «Sin dall’inizio, alle 18, hanno cominciato ad arrivare i curiosi. Alle 21 erano già terminate le scorte di cibo.  E in tanti sono scesi a Biella con la funicolare, giusto il tempo di cenare, e sono tornati. La stessa funicolare è stata bloccata due volte, perché stava salendo troppa gente». Quanto ai ristoranti del Piazzo, impegnati anche nel rifornimento dello street food, hanno presto finito tutto il cibo dei menù. Un esaurimento, quello delle scorte, criticato però da diversi avventori. Ai quali Marta Florio risponde con i numeri: «Sulla pagina Facebook di “Bolle di Malto” hanno dato la loro adesione 579 persone. Trattandosi di un evento zero, ci siamo organizzati per servirne mille. Siamo stupefatti anche noi». È pur vero che lei, la birra regina della serata, non è mancata: «Ne è stata servita fino a mezzanotte e mezza, poco prima della chiusura dell’una di notte. Non ne è rimasta ai microbirrifici, è stata venduta tutta e qualcuno degli artigiani biellesi è riuscito a correre a casa e rifornirsi di altri fusti».

La presidente della Pro loco è consapevole dei miglioramenti da apportare alla rassegna: «Per il prossimo anno, si rivedrà l’aspetto cibo e anche l’acustica per i concerti. Il format, però, è quello giusto. Il sindaco Marco Cavicchioli ci ha proposto una due giorni su doppio livello: piazza Cisterna e piazza Duomo. Ci pensiamo, e speriamo in un tempo, quale quello di sabato, altrettanto clemente».

Giovanna Boglietti

BIELLA – È andata a tutta birra, la rassegna di micro-birrifici che la Pro loco di Biella Valle Oropa ha organizzato sabato, in piazza Cisterna al Piazzo. Il detto calza, dal momento che l’evento, battezzato “Bolle di Malto”, era dedicato proprio alla birra, ma soprattutto perché l’iniziativa ha incuriosito e coinvolto ben 4mila persone. 

Un numero inaspettato, che ha piacevolmente sorpreso gli organizzatori, trovatisi impreparati di fronte a un’imponente risposta da parte del pubblico. «Non ci potevo credere», commenta la presidente della Pro loco, Marta Florio. «Sin dall’inizio, alle 18, hanno cominciato ad arrivare i curiosi. Alle 21 erano già terminate le scorte di cibo.  E in tanti sono scesi a Biella con la funicolare, giusto il tempo di cenare, e sono tornati. La stessa funicolare è stata bloccata due volte, perché stava salendo troppa gente». Quanto ai ristoranti del Piazzo, impegnati anche nel rifornimento dello street food, hanno presto finito tutto il cibo dei menù. Un esaurimento, quello delle scorte, criticato però da diversi avventori. Ai quali Marta Florio risponde con i numeri: «Sulla pagina Facebook di “Bolle di Malto” hanno dato la loro adesione 579 persone. Trattandosi di un evento zero, ci siamo organizzati per servirne mille. Siamo stupefatti anche noi». È pur vero che lei, la birra regina della serata, non è mancata: «Ne è stata servita fino a mezzanotte e mezza, poco prima della chiusura dell’una di notte. Non ne è rimasta ai microbirrifici, è stata venduta tutta e qualcuno degli artigiani biellesi è riuscito a correre a casa e rifornirsi di altri fusti».

La presidente della Pro loco è consapevole dei miglioramenti da apportare alla rassegna: «Per il prossimo anno, si rivedrà l’aspetto cibo e anche l’acustica per i concerti. Il format, però, è quello giusto. Il sindaco Marco Cavicchioli ci ha proposto una due giorni su doppio livello: piazza Cisterna e piazza Duomo. Ci pensiamo, e speriamo in un tempo, quale quello di sabato, altrettanto clemente».

>>> vai alla fotogallery

Giovanna Boglietti

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli