Altro

Bielmonte punta al turismo sostenibile di qualità

Bielmonte punta al turismo sostenibile di qualità
Altro Grande Biella, 28 Novembre 2013 ore 18:53

«In un mercato che sta cambiando, serve un cambio di passo per poter restare competitivi rispetto a una concorrenza di cui dobbiamo tenere conto. Ma, per farlo, occorre che tutto il territorio ci creda, non solo Bielmonte». Con queste parole Paolo Zegna, presidente del Gruppo Ermenegildo Zegna, ha illustrato oggi al Circolo Sociale le nuove iniziative dell’Oasi Zegna e di Bielmonte, che puntano a un turismo sostenibile di qualità.
Si va dal miglioramento dell’accoglienza turistica, intesa come comunicazione, ricettività e ristorazione, allo sviluppo di nuove attività sportive, di intrattenimento e legate al benessere, alla creazione di nuovi itinerari per l’escursionismo e nuovi percorsi naturalistici e ciclistici. È stato inoltre ripristinato il punto ristoro del Massaro ed è stata avviata la ristrutturazione dell’albergo Bucaneve con la riapertura, a dicembre, del ristorante, con una nuova gestione.
Il tutto, anche per poter meglio intercettare il flusso turistico che porteranno con sé due eventi di sicuro richiamo, come Expo 2015 a Milano e il passaggio del Giro d’Italia (la tappa Aglié-Oropa) nel 2014.
L’investimento complessivo ammonta a diverse centinaia di migliaia di euro. «Ma, al di là della cifra - ha sottolineato Anna Zegna - ciò che più conta sono la passione, la dedizione e la forza di volontà messe in campo», per un progetto pilota nel quale, come ha ribadito Paolo Zegna, «ognuno deve fare la propria parte».

«In un mercato che sta cambiando, serve un cambio di passo per poter restare competitivi rispetto a una concorrenza di cui dobbiamo tenere conto. Ma, per farlo, occorre che tutto il territorio ci creda, non solo Bielmonte». Con queste parole Paolo Zegna, presidente del Gruppo Ermenegildo Zegna, ha illustrato oggi al Circolo Sociale le nuove iniziative dell’Oasi Zegna e di Bielmonte, che puntano a un turismo sostenibile di qualità.
Si va dal miglioramento dell’accoglienza turistica, intesa come comunicazione, ricettività e ristorazione, allo sviluppo di nuove attività sportive, di intrattenimento e legate al benessere, alla creazione di nuovi itinerari per l’escursionismo e nuovi percorsi naturalistici e ciclistici. È stato inoltre ripristinato il punto ristoro del Massaro ed è stata avviata la ristrutturazione dell’albergo Bucaneve con la riapertura, a dicembre, del ristorante, con una nuova gestione.
Il tutto, anche per poter meglio intercettare il flusso turistico che porteranno con sé due eventi di sicuro richiamo, come Expo 2015 a Milano e il passaggio del Giro d’Italia (la tappa Aglié-Oropa) nel 2014.
L’investimento complessivo ammonta a diverse centinaia di migliaia di euro. «Ma, al di là della cifra - ha sottolineato Anna Zegna - ciò che più conta sono la passione, la dedizione e la forza di volontà messe in campo», per un progetto pilota nel quale, come ha ribadito Paolo Zegna, «ognuno deve fare la propria parte».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter