Altro

Biella avrà un Laboratorio di Occupabilità

Biella avrà un Laboratorio di Occupabilità
Altro 01 Luglio 2016 ore 10:49

BIELLA - «Di progetti sino a oggi ne abbiamo visti parecchi, ma con questo di Biella abbiamo toccato il massimo». Non avevano trattenuto la soddisfazione i rappresentanti dell’Ufficio Scolastico Regionale, arrivati - era lo scorso ottobre -  a Biella come ultima tappa di un tour in diversi istituti scolastici piemontesi, avviato per conoscere le prime bozze relative ai cosiddetti “Laboratori Territoriali di Occupabilità”.Quel complimento, oggi, si può tradurre come una vera stretta di mano, perché la qualità del progetto, presentato dalle scuole, istituzioni e enti locali aggregatisi in rete, ha conquistato anche il Ministero. E proprio da Roma, in queste ore, è arrivata la comunicazione al direttore generale, che a sua volta ha reso noto l’esito della valutazione finale, alla quale è approdato il Miur: Biella avrà il suo Laboratorio, da bando del valore pari a 750mila euro, che sorgerà nell’ex sede Atap. Uno dei quattro laboratori assegnati al Piemonte. Gli utenti interessati, non solo gli alunni iscritti alle scuole della rete, vi avranno accesso gratuito. Particolarmente importante l’attenzione ai “Neet”, “Not engaged in Education, Employment or Training”, persone disoccupate o in dispersione scolastica. Ora si apre la fase operativa. Scadenza dei lavori, era stato indicato, 31 agosto 2017. Al momento, però, non sono indicati i dettagli. Soddisfatto Cesare Molinari, preside dell’istituto capofila Iis “Vaglio Rubens”, che ringrazia tutti i soggetti che hanno creduto nel progetto. Lettera canta, Biellese festeggia.

Giovanna Boglietti

BIELLA - «Di progetti sino a oggi ne abbiamo visti parecchi, ma con questo di Biella abbiamo toccato il massimo». Non avevano trattenuto la soddisfazione i rappresentanti dell’Ufficio Scolastico Regionale, arrivati - era lo scorso ottobre -  a Biella come ultima tappa di un tour in diversi istituti scolastici piemontesi, avviato per conoscere le prime bozze relative ai cosiddetti “Laboratori Territoriali di Occupabilità”.Quel complimento, oggi, si può tradurre come una vera stretta di mano, perché la qualità del progetto, presentato dalle scuole, istituzioni e enti locali aggregatisi in rete, ha conquistato anche il Ministero. E proprio da Roma, in queste ore, è arrivata la comunicazione al direttore generale, che a sua volta ha reso noto l’esito della valutazione finale, alla quale è approdato il Miur: Biella avrà il suo Laboratorio, da bando del valore pari a 750mila euro, che sorgerà nell’ex sede Atap. Uno dei quattro laboratori assegnati al Piemonte. Gli utenti interessati, non solo gli alunni iscritti alle scuole della rete, vi avranno accesso gratuito. Particolarmente importante l’attenzione ai “Neet”, “Not engaged in Education, Employment or Training”, persone disoccupate o in dispersione scolastica. Ora si apre la fase operativa. Scadenza dei lavori, era stato indicato, 31 agosto 2017. Al momento, però, non sono indicati i dettagli. Soddisfatto Cesare Molinari, preside dell’istituto capofila Iis “Vaglio Rubens”, che ringrazia tutti i soggetti che hanno creduto nel progetto. Lettera canta, Biellese festeggia.

Giovanna Boglietti