Altro

Atap, mancano all'appello 7 milioni

Atap, mancano all'appello 7 milioni
Altro Biella Città, 07 Dicembre 2012 ore 10:37

Se non è allarme poco ci manca. Le casse di Atap, la società che si occupa di trasporto per le Province e i Comuni di Biella e Vercelli (oltre che parzialmente per la Provincia di Torino), sono all’asciutto. Non per una sciagurata gestione dei fondi, anzi. Ma per la mancanza dei trasferimenti per il finanziamento del trasporto pubblico da parte della Regione.

Atap avanza infatti qualcosa come 7 milioni di euro, soldi che dovevano essere erogati ai Comuni e alle Province che, successivamente, li avrebbero girati alla società di trasporto. Nulla di tutto ciò. Il presidente della Regione, Roberto Cota, in merito nei giorni scorsi ha dichiarato: «Il Governo non ci ha versato i soldi per il trasporto pubblico e di conseguenza le sofferenze non sono generate da noi». A rimetterci, come sempre, è l’anello debole, ossia la società che eroga il servizio per conto del pubblico. Società che, spesso, deve andare in anticipazione di cassa, con tutto ciò che ne comporta in termini di versamento degli interessi passivi.
Società solida. Atap, per fortuna, è stata sempre ben amministrata ed è una società solida che è riuscita con risorse proprie a far fronte, sino ad ora, alle difficoltà legate ai mancati trasferimenti. «Non è solo il nostro caso - dice il presidente Massimo Guabello - visto che anche Asl, Croce Rossa, Comuni e svariati altri enti vivono questo momento di difficoltà». Il rammarico per le sofferenze indotte aumenta se si pensa a ciò che  è stato fatto negli ultimi anni all’interno dell’azienda per mantenere i livelli occupazionali nonostante la diminuzione di chilometri da percorrere decisa dalle varie amministrazioni provinciali e comunali. «Abbiamo bloccato il turnover - dice Guabello -, ridotto all’osso gli straordinari e siamo andati a conquistarci nuove tratte con degli accordi con le ferrovie. Grazie a queste manovre e a un’attenta e puntuale gestione non abbiamo toccato i livelli occupazionali». Ora c’è da attendere i soldi dalla Regione. Che quest’anno, solo per fare un esempio, non ha ancora versato nulla al Comune di Biella che aspetta 1,2 milioni.
La nuova sede.  Sono intanto partiti i lavori per l’ultimazione della nuova sede di Atap, lungo la strada di gronda. «I tempi paiono rispettati - spiega il direttore della società Sergio Bertella - anche se è ancora presto per fare previsioni. Da contratto la durata dell’intervento è di venti mesi ma potrebbero esserci anche degli anticipi, fatti salvi eventuali intoppi durante il periodo dei lavori».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter