Atap cambia casa

Atap cambia casa
Altro 01 Luglio 2015 ore 08:35

BIELLA - Atap cambia casa. Addio alla storica sede di corso Risorgimento, inizia una nuova era. Dietro alla stazione ferroviaria, lungo la strada di gronda. E’ lì che da lunedì i dipendenti si recano per partire con i pullman e seguire le varie destinazioni prefissate. Già domenica il parcheggione interno alla nuova struttura ospitava i vari bus di proprietà dell’azienda. Il tutto mentre andava avanti il trasloco del materiale d’ufficio, inscatolato nei giorni precedenti dai dipendenti. Un trasloco che non ha creato problemi all’utenza, anche grazie alla scelta fatta dal presidente della società, Maurizio Barbera, che ha atteso il termine delle scuole per procedere al trasferimento. 

La nuova sede consentirà di portare avanti diverse economie all’azienda. Innanzitutto non spenderà più soldi per l’affitto della struttura di corso Risorgimento. A cui, però, bisognerà trovare una nuova destinazione. Una partita che dovrà essere portata avanti dal Comune di Biella, proprietario dello stabile in oggetto. Negli anni scorsi si era pensato di creare proprio lì una cittadella dello sport, con uffici dedicati alle varie realtà sportive del territorio e un palazzetto del ghiaccio. Ora bisognerà capire quali saranno le intenzioni dell’amministrazione comunale. I più contenti, al termine di questa operazione, sono invece gli abitanti di corso Risorgimento che si libereranno dopo anni dei gas di scarico dei bus. 

Enzo Panelli

BIELLA - Atap cambia casa. Addio alla storica sede di corso Risorgimento, inizia una nuova era. Dietro alla stazione ferroviaria, lungo la strada di gronda. E’ lì che da lunedì i dipendenti si recano per partire con i pullman e seguire le varie destinazioni prefissate. Già domenica il parcheggione interno alla nuova struttura ospitava i vari bus di proprietà dell’azienda. Il tutto mentre andava avanti il trasloco del materiale d’ufficio, inscatolato nei giorni precedenti dai dipendenti. Un trasloco che non ha creato problemi all’utenza, anche grazie alla scelta fatta dal presidente della società, Maurizio Barbera, che ha atteso il termine delle scuole per procedere al trasferimento. 

La nuova sede consentirà di portare avanti diverse economie all’azienda. Innanzitutto non spenderà più soldi per l’affitto della struttura di corso Risorgimento. A cui, però, bisognerà trovare una nuova destinazione. Una partita che dovrà essere portata avanti dal Comune di Biella, proprietario dello stabile in oggetto. Negli anni scorsi si era pensato di creare proprio lì una cittadella dello sport, con uffici dedicati alle varie realtà sportive del territorio e un palazzetto del ghiaccio. Ora bisognerà capire quali saranno le intenzioni dell’amministrazione comunale. I più contenti, al termine di questa operazione, sono invece gli abitanti di corso Risorgimento che si libereranno dopo anni dei gas di scarico dei bus. 

Enzo Panelli