Altro

Animale le taglia la strada, auto ribaltata

Animale le taglia la strada, auto ribaltata
Altro Grande Biella, 16 Luglio 2015 ore 14:08

MONGRANDO - Un animale le ha tagliato la strada mentre procedeva da Donato verso Mongrando lungo la provinciale che taglia frazione San Lorenzo. Ha così perso il controllo della sua piccola Cinquecento vecchio modello che si è ribaltata nel fosso. Si è temuto il peggio, ieri alle 17 e 40, per una signora di 65 anni che abita a Donato, rimasta bloccata nell’abitacolo dell’utilitaria, a testa in giù, fino all’arrivo dei Vigili del fuoco che in un amen hanno raddrizzato l’auto e hanno estratto la conducente. Che se l’è cavata per miracolo, riportando solo un’escoriazione al braccio sinistro giudicata guaribile in pochi giorni. Più difficile, paradossalmente, per la signora, riprendersi dallo shock di ciò che l’è successo. «Non è un’amante della velocità - spiega il marito, subito accorso lungo la provinciale che scende verso Mongrando attraverso boschi e piccoli nuclei abitati -. Le macchine si riparano o si acquistano, l’importante è che mia moglie non si sia fatta nulla di grave...».

V.Ca.

Leggi di più sull’Eco di Biella di giovedì 16 luglio 2015

MONGRANDO - Un animale le ha tagliato la strada mentre procedeva da Donato verso Mongrando lungo la provinciale che taglia frazione San Lorenzo. Ha così perso il controllo della sua piccola Cinquecento vecchio modello che si è ribaltata nel fosso. Si è temuto il peggio, ieri alle 17 e 40, per una signora di 65 anni che abita a Donato, rimasta bloccata nell’abitacolo dell’utilitaria, a testa in giù, fino all’arrivo dei Vigili del fuoco che in un amen hanno raddrizzato l’auto e hanno estratto la conducente. Che se l’è cavata per miracolo, riportando solo un’escoriazione al braccio sinistro giudicata guaribile in pochi giorni. Più difficile, paradossalmente, per la signora, riprendersi dallo shock di ciò che l’è successo. «Non è un’amante della velocità - spiega il marito, subito accorso lungo la provinciale che scende verso Mongrando attraverso boschi e piccoli nuclei abitati -. Le macchine si riparano o si acquistano, l’importante è che mia moglie non si sia fatta nulla di grave...».

V.Ca.

Leggi di più sull’Eco di Biella di giovedì 16 luglio 2015

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter