Andorno, parte la guerra agli incivili

Andorno, parte la guerra agli incivili
06 Maggio 2015 ore 13:48

ANDORNO MICCA – E’ partita la “crociata” contro chi sporca, imbratta, o abbandona i rifiuti ingombranti per il paese. L’avviso, per ora, è bonario, ma l’amministrazione comunale di Andorno è pronta a passare dalle parole ai fatti. Proprio in questi giorni il sindaco e la giunta stanno apponendo per le vie del paese dei cartelli in cui si chiede un comportamento civile da parte degli abitanti. “Attenzione, il paese è di tutti. Chi sporca paga! Chi abbandona i rifiuti ingombranti o non raccoglie la cacca del suo cane vince in premio una bella sanzione fino a 1000 euro” recitano i cartelli che un abitante di Andorno, Marco Vigna, ha disegnato e donato all’amministrazione. «Fortunatamente – spiega il sindaco Davide Crovella – la percentuale degli incivili di professione è solamente una piccola parte, ma questo basta a creare situazioni spiacevoli a tutti. Per cui, ora basta davvero. Più controlli e, a breve, sarà potenziato l’utilizzo di telecamere nelle zone più a rischio “incivili”». Poi un annuncio. «Per raccogliere i bisogni dei cani – conclude il primo cittadino – abbiamo allo studio alcune iniziative quali la distribuzione di sacchettini igienici». 

Enzo Panelli

ANDORNO MICCA – E’ partita la “crociata” contro chi sporca, imbratta, o abbandona i rifiuti ingombranti per il paese. L’avviso, per ora, è bonario, ma l’amministrazione comunale di Andorno è pronta a passare dalle parole ai fatti. Proprio in questi giorni il sindaco e la giunta stanno apponendo per le vie del paese dei cartelli in cui si chiede un comportamento civile da parte degli abitanti. “Attenzione, il paese è di tutti. Chi sporca paga! Chi abbandona i rifiuti ingombranti o non raccoglie la cacca del suo cane vince in premio una bella sanzione fino a 1000 euro” recitano i cartelli che un abitante di Andorno, Marco Vigna, ha disegnato e donato all’amministrazione. «Fortunatamente – spiega il sindaco Davide Crovella – la percentuale degli incivili di professione è solamente una piccola parte, ma questo basta a creare situazioni spiacevoli a tutti. Per cui, ora basta davvero. Più controlli e, a breve, sarà potenziato l’utilizzo di telecamere nelle zone più a rischio “incivili”». Poi un annuncio. «Per raccogliere i bisogni dei cani – conclude il primo cittadino – abbiamo allo studio alcune iniziative quali la distribuzione di sacchettini igienici». 

Enzo Panelli

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità