ECONOMIA

Amazon apre un nuovo centro in Piemonte: largo a 900 posti di lavoro

Il colosso dell'e-commerce ha scelto il Novarese come altro "nodo" di distribuzione dopo Vercelli.

Amazon apre un nuovo centro in Piemonte: largo a 900 posti di lavoro
23 Gennaio 2021 ore 13:00

L'annuncio ha subito destato interesse: il colosso Amazon ha annunciato l'apertura di due nuovi centri in Italia entro il 2021, uno di distribuzione a Novara e uno di smistamento nel Modenese.

Amazon "torna" in Piemonte

Agognate, in Piemonte, e Spilamberto, in Emilia-Romagna, sono i centri prescelti come sedi dei due nuovi centri di Amazon. Il gigante dell'e-commerce creerà 900 posti di lavoro a tempo indeterminato entro tre anni nel vicino Novarese, e con quelli di Spilamberto si andranno ad aggiungere agli 8.500 già creati in Italia.

Il lancio di questi due nuovi siti, si legge in  una nota, comporterà un ulteriore investimento di oltre 230 milioni di euro che si aggiungeranno ai 5.8 miliardi già investititi da Amazon nel nostro Paese negli ultimi dieci anni.

Il nuovo centro di Novara

Dopo Vercelli (foto di copertina), il colosso punta a una provincia vicina. Niente Biellese anche questa volta. In particolare, il centro di distribuzione situato ad Agognate verrà realizzato da Vailog srl del Gruppo Segro e sarà dotato della tecnologia Amazon Robotics. Questa  tecnologia rappresenta l’ultima di una lunga serie di innovazioni introdotte da Amazon per supportare il lavoro svolto dagli operatori di magazzino e consente di ridurre i tempi di percorrenza, portando gli scaffali direttamente alla loro postazione.

Il nuovo sito di Novara andrà a rafforzare ulteriormente la rete dei centri  di distribuzione Amazon, nei quali i dipendenti prelevano, impacchettano e spediscono gli ordini che devono essere in seguito consegnati ai clienti.