Altro

Allerta caldo, picchi superiori ai 30 gradi

Allerta caldo, picchi superiori ai 30 gradi
Altro Grande Biella, 02 Luglio 2015 ore 13:22

L’espansione di un’area di alta pressione di matrice africana determinerà per i prossimi giorni un aumento generale delle temperature con associate condizioni di afa, che si protrarranno per diversi giorni. Le temperature massime in pianura si attesteranno intorno ai 32°C, con massimi fino a 34°C a Novara e Alessandria. Oggi sarà il giorno più caldo, quando la temperatura massima sarà superiori ai 30°C su tutti i capoluoghi di provincia e raggiungeranno i 34°C a Torino e i 36°C ad Alessandria. L’umidità nei bassi strati renderà le temperature percepite ancora più elevate, determinando condizioni di disagio diffuso e di rischio per la salute per i soggetti più fragili ed esposti. Si consiglia a tutti di evitare l’attività fisica all’aperto nelle ore più calde della giornata e di bere molta acqua. I soggetti più a rischio, gli anziani al di sopra dei 75 anni, affetti da malattie croniche (ipertesi, cardiopatici, con problemi respiratori, come bronchite cronica, insufficienza renale, diabete, malattie neurologiche, demenze), i disabili, i neonati e bambini molto piccoli (fino a 4 anni), devono evitare di uscire di casa nelle ore più calde, bere molta acqua, cercare di soggiornare in luoghi il più possibile freschi, aerati e condizionati.

E con il grande caldo è anche arrivata l’invasione delle zanzare. E se gli abitanti del basso Biellese sono più abituati a convivere con questi fastidiosi insetti, vista la vicinanza con le risaie, nelle vallate è un fenomeno non certo consueto la presenza di nugoli così elevati. In Valle Cervo, sabato scorso, ad esempio, un’attrice impegnata in una rappresentazione teatrale a Miagliano, ha dovuto ricorrere alla guardia medica per le centinaia di punture di zanzare. Ma anche in altri paesi, ben più in alto, la situazione non è certo rosea. 

Enzo Panelli

Leggi di più sull’Eco di Biella di giovedì 2 luglio 2015

L’espansione di un’area di alta pressione di matrice africana determinerà per i prossimi giorni un aumento generale delle temperature con associate condizioni di afa, che si protrarranno per diversi giorni. Le temperature massime in pianura si attesteranno intorno ai 32°C, con massimi fino a 34°C a Novara e Alessandria. Oggi sarà il giorno più caldo, quando la temperatura massima sarà superiori ai 30°C su tutti i capoluoghi di provincia e raggiungeranno i 34°C a Torino e i 36°C ad Alessandria. L’umidità nei bassi strati renderà le temperature percepite ancora più elevate, determinando condizioni di disagio diffuso e di rischio per la salute per i soggetti più fragili ed esposti. Si consiglia a tutti di evitare l’attività fisica all’aperto nelle ore più calde della giornata e di bere molta acqua. I soggetti più a rischio, gli anziani al di sopra dei 75 anni, affetti da malattie croniche (ipertesi, cardiopatici, con problemi respiratori, come bronchite cronica, insufficienza renale, diabete, malattie neurologiche, demenze), i disabili, i neonati e bambini molto piccoli (fino a 4 anni), devono evitare di uscire di casa nelle ore più calde, bere molta acqua, cercare di soggiornare in luoghi il più possibile freschi, aerati e condizionati.

E con il grande caldo è anche arrivata l’invasione delle zanzare. E se gli abitanti del basso Biellese sono più abituati a convivere con questi fastidiosi insetti, vista la vicinanza con le risaie, nelle vallate è un fenomeno non certo consueto la presenza di nugoli così elevati. In Valle Cervo, sabato scorso, ad esempio, un’attrice impegnata in una rappresentazione teatrale a Miagliano, ha dovuto ricorrere alla guardia medica per le centinaia di punture di zanzare. Ma anche in altri paesi, ben più in alto, la situazione non è certo rosea. 

Enzo Panelli

Leggi di più sull’Eco di Biella di giovedì 2 luglio 2015

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter