Al via l'"autunno caldo" dei cantieri in città

Al via l'"autunno caldo" dei cantieri in città
Altro 23 Settembre 2016 ore 18:29

BIELLA - L'"autunno caldo" dei cantieri in città prenderà il via tra pochi giorni con le prime manutenzioni straordinarie delle strade. Sarà solo l'inizio di un fitto programma di interventi che prevede riasfaltature, cubettature, risistemazione di alloggi da mettere a disposizione delle famiglie in emergenza abitativa, interventi sui marciapiedi per eliminare barriere architettoniche

«Investiremo oltre un milione di euro - spiega l'assessore Valeria Varnero - E una cifra di pari valore è pronta a essere messa in campo con l'anno nuovo, per mantenere fede al piano dei lavori pubblici che ci siamo prefissati di realizzare».

Il lavoro più corposo riguarda proprio la viabilità. L'appalto per le riasfaltature da 500mila euro complessivi è stato vinto dall'impresa Invernizzi di Galliate grazie a un ribasso del 22,09%. «Si tratta di un intervento compreso nel piano triennale tra quelli del 2015» prosegue Valeria Varnero. «Finalmente, tra attesa dei tempi burocratici per la destinazione dei fondi e adeguamento alle nuove norme del codice degli appalti, siamo pronti a partire, in questo come negli altri cantieri al via». Si interverrà a Chiavazza, in via Milano sulla corsia Nord per 150 metri a partire dal ponte, in via Corradino Sella tra via Ogliaro e via Milano e in via Maglioleo tra via De Mosso e strada Brignana. Molti i lavori nel centro storico: piazza Colonnetti e il parcheggio di via Arnulfo, via La Marmora tra via Rosselli e i giardini Unità d'Italia, via Cavour tra piazza Martiri e viale Cesare Battisti e via Torino nel primo tratto dopo l'intersezione con via La Marmora. Al Piazzo è prevista anche la posa della fibra ottica ai giardini Catella e lungo via Avogadro, dal Bottalino a salire lungo il marciapiede. Si interverrà anche in strada Barazzetto Vandorno, nel tratto dei tornanti appena oltre il bivio con via Ivrea, e alle case sparse del Villaggio La Marmora.

Era di 300mila euro invece la base d'asta dell'appalto per la ricubettatura di via Galliari, tra via Amendola e piazza Martiri, e via Rosazza, una delle principali vie di collegamento tra via Milano e piazza XXV Aprile a Chiavazza. Con il 28,51% di ribasso si è aggiudicata provvisoriamente i lavori l'impresa varesina Ramella & c. Sono pronti al via anche i lavori da 95mila euro sui marciapiedi di via Repubblica, via Ivrea, via Rosselli, via Tripoli e via Paietta dove non ci si limiterà ad abbattere le barriere architettoniche ma si aggiungerà il percorso guidato per non vedenti, con solchi che possano indicare la strada a chi si orienta con il bastone. I primi lavori a partire sono però le manutenzioni straordinarie (da 22mila euro circa, incaricata la Sacced di Prato Sesia) che riguardano l'asfalto di via Tripoli (sarà il primo cantiere a partire, da lunedì 26), via Galimberti, viale Macallé, via Falletti e corso Risorgimento.

Appartengono al grande piano di restauro dei quaranta alloggi comunali attualmente inagibili i tre appartamenti di costa del Vernato che saranno resi abitabili con un investimento di 128mila euro, lavori di cui si occuperà l'impresa Ing. Ferro di Trecate. «Si tratta di fondi comunali, reperiti con un mutuo» afferma Valeria Varnero «ed è il primo di tre lotti per complessivi 500mila euro, per i quali abbiamo partecipato a un bando di finanziamento regionale. Quando riceveremo quei contributi, proseguiremo con questo ciclo di interventi».

 

BIELLA - L'"autunno caldo" di cantieri in città prenderà il via tra pochi giorni con le prime manutenzioni straordinarie delle strade. Sarà solo l'inizio di un fitto programma di interventi che prevede riasfaltature, cubettature, risistemazione di alloggi da mettere a disposizione delle famiglie in emergenza abitativa, interventi sui marciapiedi per eliminare barriere architettoniche

«Investiremo oltre un milione di euro - spiega l'assessore Valeria Varnero - E una cifra di pari valore è pronta a essere messa in campo con l'anno nuovo, per mantenere fede al piano dei lavori pubblici che ci siamo prefissati di realizzare».

Il lavoro più corposo riguarda proprio la viabilità. L'appalto per le riasfaltature da 500mila euro complessivi è stato vinto dall'impresa Invernizzi di Galliate grazie a un ribasso del 22,09%. «Si tratta di un intervento compreso nel piano triennale tra quelli del 2015» prosegue Valeria Varnero. «Finalmente, tra attesa dei tempi burocratici per la destinazione dei fondi e adeguamento alle nuove norme del codice degli appalti, siamo pronti a partire, in questo come negli altri cantieri al via». Si interverrà a Chiavazza, in via Milano sulla corsia Nord per 150 metri a partire dal ponte, in via Corradino Sella tra via Ogliaro e via Milano e in via Maglioleo tra via De Mosso e strada Brignana. Molti i lavori nel centro storico: piazza Colonnetti e il parcheggio di via Arnulfo, via La Marmora tra via Rosselli e i giardini Unità d'Italia, via Cavour tra piazza Martiri e viale Cesare Battisti e via Torino nel primo tratto dopo l'intersezione con via La Marmora. Al Piazzo è prevista anche la posa della fibra ottica ai giardini Catella e lungo via Avogadro, dal Bottalino a salire lungo il marciapiede. Si interverrà anche in strada Barazzetto Vandorno, nel tratto dei tornanti appena oltre il bivio con via Ivrea, e alle case sparse del Villaggio La Marmora.

Era di 300mila euro invece la base d'asta dell'appalto per la ricubettatura di via Galliari, tra via Amendola e piazza Martiri, e via Rosazza, una delle principali vie di collegamento tra via Milano e piazza XXV Aprile a Chiavazza. Con il 28,51% di ribasso si è aggiudicata provvisoriamente i lavori l'impresa varesina Ramella & c. Sono pronti al via anche i lavori da 95mila euro sui marciapiedi di via Repubblica, via Ivrea, via Rosselli, via Tripoli e via Paietta dove non ci si limiterà ad abbattere le barriere architettoniche ma si aggiungerà il percorso guidato per non vedenti, con solchi che possano indicare la strada a chi si orienta con il bastone. I primi lavori a partire sono però le manutenzioni straordinarie (da 22mila euro circa, incaricata la Sacced di Prato Sesia) che riguardano l'asfalto di via Tripoli (sarà il primo cantiere a partire, da lunedì 26), via Galimberti, viale Macallé, via Falletti e corso Risorgimento.

Appartengono al grande piano di restauro dei quaranta alloggi comunali attualmente inagibili i tre appartamenti di costa del Vernato che saranno resi abitabili con un investimento di 128mila euro, lavori di cui si occuperà l'impresa Ing. Ferro di Trecate. «Si tratta di fondi comunali, reperiti con un mutuo» afferma Valeria Varnero «ed è il primo di tre lotti per complessivi 500mila euro, per i quali abbiamo partecipato a un bando di finanziamento regionale. Quando riceveremo quei contributi, proseguiremo con questo ciclo di interventi».