Al via l’Adunata di Asti

Al via l’Adunata di Asti
Altro 13 Maggio 2016 ore 19:41

Oggi, ad Asti, ha inizio l’89a adunata nazionale degli alpini con un ricco programma che spazia dalla storia alla cultura, passando naturalmente per la musica. La città piemontese per l’occasione sara? letteralmente invasa dalle penne nere provenienti da tutta Italia e non solo. Come sempre ricca anche la presenza delle sezioni dell’estero. Anche Biella si prepara a invadere Asti, con 21 pullman e un migliaio, almeno, di alpini pronti a sfilare per le vie del centro cittadino nella giornata di domenica. Il programma prevede la partenza delle penne nere biellesi intorno alle 17,30- 18.Il cartello Biella, per l’occasione, sara? portato da Giuseppe Simonetti del gruppo di Cerreto Castello. Appena dietro di lui sfileranno il presidente della sezione, Marco Fulcheri affiancato da Pierangelo Bosio, del gruppo di Massazza, che portera? il vessillo della sezione. Poi il consiglio sezionale, i sindaci e la fanfara alpina di Pralungo. A seguire ecco il primo striscione, l’immancabile “Tucc’ un” portato dal gruppo di Pralungo Sant’Eurosia. Seguiranno i gagliardetti e gli alpini del primo settore. Poi la fanfara alpina Penna Nera e il secondo striscione “Il futuro dei bocia e? nella memoria dei veci”, portato dal gruppo di Lessona. Ad introdurre il terzo striscione (sorretto dal gruppo di Roasio Villa del Bosco) “Abbiamo vinto, ci hanno battuti ma non ci siamo mai venduti” sara? invece la fanfara Valle Elvo. A chiudere un altro “Tucc’ un” portato dal gruppo di Bioglio.Prendera? parte alla sfilata, nel tratto dove sara? posizionata la tribuna d’onore, nei pressi di piazza Alfieri, anche il decano delle penne nere biellesi, Silvio Biasetti che a 103 anni appena compiuti, con ogni probabilita?, sara? l’alpino piu? anziano d’Italia a sfilare. Molti alpini biellesi hanno già raggiunto ieri Asti per iniziare i festeggiamenti.Enzo Panelli

Oggi, ad Asti, ha inizio l’89a adunata nazionale degli alpini con un ricco programma che spazia dalla storia alla cultura, passando naturalmente per la musica. La città piemontese per l’occasione sara? letteralmente invasa dalle penne nere provenienti da tutta Italia e non solo. Come sempre ricca anche la presenza delle sezioni dell’estero. Anche Biella si prepara a invadere Asti, con 21 pullman e un migliaio, almeno, di alpini pronti a sfilare per le vie del centro cittadino nella giornata di domenica. Il programma prevede la partenza delle penne nere biellesi intorno alle 17,30- 18.Il cartello Biella, per l’occasione, sara? portato da Giuseppe Simonetti del gruppo di Cerreto Castello. Appena dietro di lui sfileranno il presidente della sezione, Marco Fulcheri affiancato da Pierangelo Bosio, del gruppo di Massazza, che portera? il vessillo della sezione. Poi il consiglio sezionale, i sindaci e la fanfara alpina di Pralungo. A seguire ecco il primo striscione, l’immancabile “Tucc’ un” portato dal gruppo di Pralungo Sant’Eurosia. Seguiranno i gagliardetti e gli alpini del primo settore. Poi la fanfara alpina Penna Nera e il secondo striscione “Il futuro dei bocia e? nella memoria dei veci”, portato dal gruppo di Lessona. Ad introdurre il terzo striscione (sorretto dal gruppo di Roasio Villa del Bosco) “Abbiamo vinto, ci hanno battuti ma non ci siamo mai venduti” sara? invece la fanfara Valle Elvo. A chiudere un altro “Tucc’ un” portato dal gruppo di Bioglio.Prendera? parte alla sfilata, nel tratto dove sara? posizionata la tribuna d’onore, nei pressi di piazza Alfieri, anche il decano delle penne nere biellesi, Silvio Biasetti che a 103 anni appena compiuti, con ogni probabilita?, sara? l’alpino piu? anziano d’Italia a sfilare. Molti alpini biellesi hanno già raggiunto ieri Asti per iniziare i festeggiamenti

Enzo Panelli