Altro

Addio a Gino Mosca imprenditore buono

Addio a Gino Mosca<BR> imprenditore buono
Altro Grande Biella, 23 Luglio 2012 ore 12:20

Cossato Sabato scorso, nella sua abitazione, alla frazione Paschetto, all’età di 89 anni, si è serenamente, spento il cavaliere ufficiale Gino Mosca, noto imprenditore nel settore delle cave e del calcestruzzo. Oltre 50 anni fa, lo scomparso aveva fondato, a Castelletto Cervo, l’azienda Mosca-Clerico, oggi Cave Mosca, attualmente guidata dai figli Alfredo e Mariella, che dà lavoro a diversi dipendenti.

Il suo impegno sociale a Cossato ed a Castelletto Cervo. Originario di Castelletto Cervo, risiedeva a Cossato da diversi decenni, ma era stato anche amministratore del suo Comune che, alcuni anni or sono, l’aveva nominato suo ‘’cittadino onorario’’. Nel suo paese, infatti, aveva sempre sostenuto, generosamente, le varie associazioni sportive e sociali: era una persona molto discreta, sensibile e cordiale, che non aveva mai fatto mancare il suo aiuto a quanti si rivolgevano a lui. Nel suo paese è sempre stato, in ogni momento, una figura di sicuro riferimento. Anche a Cossato, Gino Mosca ha fatto del bene, sostenendo numerose associazioni: è stato, infatti, presidente della Filarmonica Cossatese, vicepresidente dell’A.s. Cossatese e del comitato promotore della locale Croce Rossa Italiana. Nel corso degli anni, inoltre, ha sponsorizzato tutte le associazioni cossatesi sia sociali, che sportive e culturali. Fra l’altro, il gruppo “Amici dello sport’’, nel 2003, lo aveva premiato per il suo generoso impegno per sostenere lo sport in città.

Il ricordo. «Subito dopo l’alluvione del 2-3 novembre 1968, - spiega Ezio Menotti, a lungo addetto stampa dell’A.s. Cossatese - quando il terreno del campo di calcio di via Amendola era stato, letteralmente, spazzato via dalla furia delle acque del torrente Strona, Gino Mosca aveva subito dato la sua piena disponibilità per una rapida ricostruzione dello stesso, e, di questo, la nostra società gliene fu sempre molto grata». I funerali di Gino Mosca, che oltre ai due figli ed alle loro famiglie, ha lasciato la moglie Angela (Gina) Gallo, dei nipoti e pronipoti ed altri parenti, si svolgeranno oggi (curati dall’impresa Minero), lunedì, alle 16, a Castelletto Cervo, con corteo a piedi, che partirà dalla sua azienda, diretto verso la vicina chiesa parrocchiale di San Tommaso Becket. Al termine della solenne funzione religiosa, la sua salma verrà tumulata nel cimitero locale.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter